Vai al contenuto

Istantanea n.9

[9]

Dresda, 1763

*****

«Chiara!» squittì la Principessa con voce bassa, ma il tono unito allo sguardo ammonitore, riuscì ugualmente a mortificarla.
Se avesse potuto diventare trasparente l’avrebbe fatto volentieri, ma la sorte non le dava simili agevolazioni e non poté fare altro, che prostrarsi e chiedere venia.
«Perdonatemi, Vostra Grazia, ero distratta e…»
La nobile le fece un cenno del capo invitandola silenziosamente ad avvicinarsi.
La dama scese la scalinata con il cuore in gola e il respiro sfuggente. Aveva talmente desiderato avvicinarsi al comandante dell’esercito sassone, nonché tenente generale e maresciallo di re Luigi XV in quella guerra che ormai imperversava da anni e che coinvolgeva le maggiori potenze europee, da non riuscire neanche a ricordarsi, come si camminasse in modo appropriato.
Mentre avanzava sentì dire alla nobildonna con tono sommesso. «Francesco Saverio, vi chiedo di perdonare la disattenzione della mia dama, ella è giovane ed è qui da poco.»
«Non credo sia un problema insormontabile, Maria Antonia, è solo una candela che non ha prodotto alcun danno» minimizzò il comandante e la sua gentilezza riuscì a sollevare l’animo di Chiara che, quando li raggiunse, non diede mostra della sua insicurezza, ma piegò leggermente il capo in avanti e attese.

*****

Alla prossima!

2 Comments »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: