Vai al contenuto

Lo sapevi che: ogni acconciatura ha la sua lettura.

History lovers, come sempre buon momento!

Come anticipato la settimana scorsa oggi vi parlerò delle acconciature vichinghe, le quali, avevano un ruolo molto importante. Esse, infatti, non erano un semplice vezzo estetico atto al rendersi maggiormente piacente, ma erano un tratto distintivo della loro condizione.

Mi spiego meglio.

Si suppone che gli abitanti di un villaggio vichingo fossero suddivisi in tre categorie di appartenenza, ovvero:

  • Jarl  = uomini e donne nobili. Erano i membri delle famiglie importanti.
  • Karl = uomini e donne liberi. Erano la maggior parte e si suddividevano a loro volta in contadini, guerrieri e maniscalchi.
  • Thrall = uomini e donne schiavi. Erano provenienti da altre popolazioni.

La prima differenza tra queste tre classi, per gli uomini, era la lunghezza dei capelli e della barba.

  • Jarl  = capelli lunghi anche fino a metà schiena. Durante gli scontri erano legati per non farli diventare un svantaggio. La barba era lunga sul mento, ma ben delineata (strumenti permettendo)
  • Karl = capelli lunghi non oltre le spalle. Durante gli scontri erano legati per non farli diventare un svantaggio. La barba era lunga, ma ben delineata (strumenti permettendo)
  • Thrall = capelli corti e senza barba.

 

Anche per le signore la differenza tra queste tre classi era la lunghezza dei capelli.

  • Jarl  = capelli lunghi anche fino a metà schiena.
  • Karl = capelli lunghi.
  • Thrall = capelli corti.

Inoltre, lo sapevi che per le donne il modo di acconciare i capelli definiva lo stato sociale?

Dunque, dunque…

Ecco qui:

  • Donne sposate = capelli legati in trecce o code. In alcuni villaggi i capelli venivano coperti con un velo o messi sotto una cuffia.
  • Donne in cerca di marito= capelli sciolti, al massimo due treccioline intorno alle tempia o un cerchietto per tenerli fermi.

Quindi, fai attenzione a come ti pettini prima di uscire 😀

*****

Direi che per il momento ti ho detto abbastanza, ma sappi che ho tante cosine da dirti. (È come sempre una minaccia!🤣)

Se hai trovato interessante l’articolo lascia un commento, sarebbe un modo carino per ricompensarmi per il tempo impiegato.

Se ti piace quello che scrivo, segui il blog usando il form a pie’ di pagina, oppure il canale Telegram per ricevere le notizie direttamente sul telefonino.

Se vuoi scoprire altre curiosità vichinghe con un romanzo che parla di guerra e amore, guarda qui.

Mi sembra di averti detto tutto, quindi, alla prossima!🤣

3 Comments »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: