Vai al contenuto

L’Antica Roma raccontata da Costanza Marzucchi

Carissima/o history lovers, buon momento!

Anche oggi (ora) mi zittisco e lascio parlare un’altra voce.  Sii ospitale😁

Settimio Severo guardò con attenzione l’uomo di fronte a sé.

Bassiano era un arameo di grande rango, nella città di Emesa, un uomo ricco e potente, discendente della famiglia reale. -Ebbene, caro ospite, cosa ti ha spinto in queste lande deserte? – domandò, porgendogli una coppa di vino speziato.

Settimio tacque, pensando a quali parole scegliere. – Un oroscopo mi ha profetizzato che avrei trovato mia moglie in Oriente. Sono qui per compiere il mio destino. – disse alla fine.

Bassiano sbuffò divertito. -Curioso. Anche mia figlia minore ha ricevuto un oracolo. Colui che prenderà in moglie la secondogenita di Bassiano diventerà imperatore hanno detto. Da allora, ricevo numerose offerte di matrimonio, come Tindaro per sua figlia Elena. – disse con noncuranza. – So chi siete. Il proconsole della Gallia Lugdunense, a capo della IV Legio Scythica, un cavaliere senza molte particolarità. –  Nel dire questo, batté le mani. Da una delle porte, vide alcuni schiavi portare stoffe di vario genere, gioielli e spezie. -Queste- disse Bassiano, mostrandogli con il palmo teso -sono le offerte che i principi orientali, i signori delle terre confinanti a Emesa e uomini di alto spicco, hanno inviato a me per esortarmi a concedere loro la mano di mia figlia. Cosa ti fa credere che sia così generoso da offrirti in sposa la mia secondogenita? Cosa offri? –

Settimio scosse il capo. -Il suo Fato. – rispose.

-Mi prendi in giro, straniero? – domando Bassiano.

-Gli dei hanno tracciato le nostre vite e so che non è bene non seguire le loro indicazioni. Se sposerò tua figlia, Giulia Domna conoscerà in me il suo destino ed io in lei. Se la darai ad un ricco possidente, ti opporrai all’oracolo e incorrerai nell’ira delle divinità. So di essere quell’uomo, Bassiano, e lo sapete anche voi. –

Estratto da La sposa scelta dalle stelle

Oggi, nel salottino di Historical Experience Now è venuta Costanza Marzucchi, conosciamola.

  • Ciao, Costanza, descriviti in poche parole.
  • Ciao! Ho iniziato a lavorare nel mondo della scuola come insegnante, coronando il sogno che avevo da bambina. Sono una lettrice forte e negli anni dell’università mi sono avvicinata al mondo della fanfiction e di Wattpad per migliorare la scrittura in previsione della redazione della tesi. E’stata un’esperienza molto utile ed ora lo faccio per hobby. Tuttora continuo a pubblicare qualcosa sulla piattaforma ma non sempre ho tempo. Amo molto la storia e prediligo i romanzi ambientati in epoche passate, soprattutto se hanno le donne come protagoniste.

 

  • La tua opera è: Historical novel? Historical romance? Historical fantasy? O altro?
  • Historical Novel ovviamente.

 

  • Anno in cui è ambientato il tuo romanzo?
  • Direi che è datata intorno al 187 d.C. o poco posteriore.

 

  • Perché hai deciso di ambientare il tuo romanzo in questo periodo storico?
  • L’età dei Severi è immediatamente successiva a quella di Marco Aurelio e Commodo e fu un periodo segnato da profondi cambiamenti ma meno studiato rispetto agli altri. Le donne della dinastia ebbero un ruolo decisivo, riuscendo a incidere profondamente sulle decisioni politiche dell’impero ma, a differenza di coloro che le hanno precedute, sono meno studiate. Esse però riuscirono ad acquisire un potere tale da fare impallidire una Livia Drusilla ed un’Agrippina Minore, altrimenti nota come la madre di Nerone. L’aspetto curioso di questa famiglia è che la loro ascesa non si sarebbe mai potuta realizzare se Settimio Severo non avesse sposato Giulia Domna. Prima di questo matrimonio, era sostanzialmente sconosciuto.

 

  • Trama del tuo romanzo?
  • Nelle intenzioni, dovrebbe essere una storia romanzata di Settimio Severo e Giulia Domna, ma al momento è in fase di progetto. Mi piacerebbe pubblicarla su Wattpad ma fino a quando non avrò finito le storie che ho ancora in corso sulla piattaforma non me la sento di avviare questo nuovo progetto.

 

  • Mostraci la copertina della tua storia  

cover Costanza

 

  • Dove possiamo acquistarlo?
  • Al momento è in fase di stesura

 

Già che ci siamo, facciamo due chiacchiere di Storia:

  • Quali sono secondo te i punti di forza di questo periodo storico?
  • Direi il grande peso delle donne della famiglia dei Severi, a cominciare da Giulia Domna. Le donne della dinastia furono delle influenti consigliere che seppero dare una spinta nuova alla storia di Roma. Aprirono la via ai culti orientali in un’epoca di grandi cambiamenti e profonda crisi che mutarono irreversibilmente gli equilibri di potere fino a quel momento conosciuti.

 

  • Quali sono secondo te i punti deboli di questo periodo storico?
  • Da un punto di vista economico, la crisi finanziaria e produttiva aveva portato al conio di monete con un minore potere d’acquisto che non bastarono a contrastare l’impoverimento generale. Un secondo punto debole fu la posizione dell’imperatore. I Severi rafforzarono un rapporto di stretta dipendenza con l’esercito per legittimare il loro ruolo. Ne derivò una politica di benefici economici a favore delle truppe, che finirono con il creare squilibri di potere e con il rendere ancora più precaria la posizione dell’imperatore. Questa condizione esplose, caduti i Severi, con la fase di Anarchia Militare.

 

  • Qual è il personaggio storico presente in questo periodo che apprezzi e perché?
  • Amo le figure femminili forti e, con tutti i loro difetti, ho una certa simpatia per le donne della dinastia dei Severi, le quali influenzarono in modo straordinario la politica dei membri della loro famiglia. Spesso si pensa che Agrippina e Livia fossero figure spregiudicate ma le donne della famiglia dei Severi superarono queste figure per gli onori ottenuti e per il potere che riuscirono a esercitare…e il bello è che sono poco studiate! In linea generale, però, tutte le imperatrici ebbero delle storie straordinarie alle spalle, aspetti sanguinari a parte. Mi piace anche la figura di Claudio, il più colto della famiglia Giulio-Claudia.

 

  • Qual è il personaggio storico presente in questo periodo che detesti e perché?
  • Strano ma vero, non ho nessuna antipatia per nessun personaggio. In passato odiavo Seneca e Cicerone ma ero una studentessa del classico e questo odio era legittimo, visto che facevamo sempre le versioni sulle loro opere. In quei momenti mi consolavo pensando alla loro fine che aveva posto un termine ad una serie di opere ancora troppo numerose. Per questo, ero solidale con Marco Antonio e Nerone. Seneca e Cicerone erano dei mostri della letteratura latina ma, in fondo, dei grandi rompiscatole!

 

  • Quale evento secondo te è stato significativo per tale epoca?
  • Ci sono molti momenti importanti nell’epoca romana e sarebbe difficile elencarli tutti. Sicuramente ebbe un ruolo decisivo la vittoria di Ottaviano su Marco Antonio, che inaugurò una fase nuova nella storia di Roma. Oppure anche l’editto di Costantino, che dette inizio all’ascesa del cristianesimo. Penso che siano queste le fasi più importanti dell’epoca romana.

 

*****

Grazie Costanza per aver partecipato a questo esperimento, che tra le altre cose trovo  sempre emozionante. 😊 Inoltre, l’estratto mi ha davvero incuriosita, ma questa è un’altra storia 😁 Tu che leggi da casa cosa ne pensi? Se volessi lasciare un saluto, io e Costanza ne saremmo felici e ricorda: se ti è piaciuto quello che hai letto, puoi condividere e sarebbe perfetto.  😊

Da oggi sulla pagina FB è partito il nuovo sondaggio per candidarsi.

Segui il blog per non perderti i prossimi appuntamenti.

Alla prossima!

12 Comments »

  1. Complimenti alla scrittrice. Sarò sincera, ci sono rimasta male quando ho scoperto che è una storia in fase di stesura perché l’estratto mi ha incuriosito, ma mi vendico facendo un po’ di domande e sperando che mi risponda. 🙂
    1) Insegna storia, materie letterarie o altro?
    2) Le piace scrivere ovviamente, ma ha mai pensato di pubblicare un libro?
    3) Ha un modello di autore a cui si ispira?

    Grazie. 🙂

    Piace a 1 persona

  2. Prima di tutto grazie per questi commenti e vorrei scusarmi per il ritardo delle mie risposte ma spero di soddisfare la curiosità di ognuno di voi. Vorrei cominciare da seaadvisor. Questa storia è in fase di stesura ma devo ancora progettarla come si deve. Scrivo per hobby su wattpad e penso che potrà leggere qualcosa di mio su quella piattaforma (in quel caso le consiglio di dare un’occhiata a “cronaca di un matrimonio”. E’un mio lavoro, quasi completo.). La storia di Giulia Domna sarà sicuramente un soggetto che affronterò in futuro ma ho diverse idee in mente. Vedremo.
    1)Ho fatto il liceo classico, proseguendo con una laurea in lettere classiche.Insegno italiano, latino, greco, e le materie letterarie e storiche nelle scuole medie. Per il momento però sono una precaria e non ho un posto fisso.
    2)Ho scoperto la scrittura solo all’università e mi è stata utile quando ho scritto la tesi. Mi occorreva una scrittura agile e quindi ho usato queste piattaforme per mettermi alla prova. Mi piacerebbe pubblicare qualcosa un giorno ma non sono ancora sicura di affrontare questo passo. Il mondo dell’editoria è abbastanza complesso e quindi vorrei avere maggiori notizie su questo settore per poter scegliere come si deve. Il fatto è che non ci ho mai pensato e vorrei pensarci bene prima di fare questo passo. Ci sono delle cose del mestiere dello scrittore che non conosco e vorrei informarmi, prima di tentare questo passo.
    3) In realtà non ho un modello di scrittore preciso. Posso dire però che mi piacciono le storie dove sono presenti protagoniste femminili forti, che costruiscono da sole il proprio destino. Su questa linea, forse, il modello potrebbe essere Bianca Pitzorno.
    Spero di aver risposto a tutte le tue domande e grazie per il commento.

    Piace a 2 people

  3. Passiamo ora a freeartsandgames.
    Difficile risponderle. Ci sono romanzi che mi piacciono e romanzi che non apprezzo ma non sono legata ad un autore. Posso però indicarti delle letture che secondo me meritano. La trilogia di Gemma Doyle di Libba Bray è un gioiellino di narrazione ma temo che non sia più in commercio. Sono libri che lasciano qualcosa, anche se parlano di un Ottocento sui Generis. E’una lettura commovente e per nulla banale. Suggerisco anche La Nota Segreta di Morazzoni perché parla di un fatto veramente avvenuto nella Milano del Settecento. Oppure Melissa di Valter Binaghi, dell’età antica. E’ un bel romanzo perché è la storia di una donna scritta da un uomo. Può sorprendere. Oppure Livia. Una biografia ritrovata. Questo romanzo è interessante perché crea una biografia di Livia Drusilla attraverso l’invenzione della scoperta di un manoscritto finora sconosciuto. Strano ma vero, non ho mai letto Valerio Massimo Manfredi e Frediani ma spero di recuperare in futuro. Mi è piaciuto moltissimo Agnes Grey di Anne Bronte e Jane Eyre, ovviamente. La prima mi tocca personalmente perché parla della condizione dell’istitutrice nell’ottocento e la seconda ha una narrazione che scivola via da sé. Un romanzo bellissimo è forse Persuasione di Jane Eyre e, sempre della stessa autrice, l’Abbazia di Northanger. Come può vedere, non ho preferenze particolari. Dipende dal momento.

    Piace a 2 people

    • Bellissime risposte e in bocca al lupo sia per il lavoro sia, semmai volessi, per la scrittura. Indubbiamente quest’ultima fa parte di un mondo assai particolare. P.S.: ti è scappato un Eyre al posto di Austen, si vede che ti piace proprio come libro.😊 Tra le altre cose Jane Eyre è piaciuto molto anche a me, 😍

      Mi piace

    • Grazie per le risposte. Alcune delle letture consigliate le conosco, altre no, quindi ne prendo nota e le cercherò. Sono sempre curioso di trovare nuove letture capaci di appassionarmi. Buona fortuna per i suoi progetti futuri e a rileggerci.

      Mi piace

  4. Incipit fenomenale, davvero i miei complimenti. Non conoscevo questo personaggio ma l’idea sembra promettere bene. Ho letto che non è nei suoi piani immediati scriverla ma spero deciderà di farlo.

    Piace a 1 persona

  5. Buonasera Sara, ti ringrazio per le tue parole. Non ho mai osato pubblicare una mia storia ma non è detto che non succeda. Intanto però dovrò scrivere la storia fino alla fine e poi si vedrà. Grazie mille!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: