Vai al contenuto

Il Medioevo raccontato da Giovanna Barbieri

Carissimo/a History lover, buon momento!

Anche oggi ti terrà compagnia un’altra voce che non è la mia, sei pronto/a?☺️

«Crezia, cosa ti è saltato in mente di chiuderti in camera! La cena è pronta. Apri subito!» esclamò lei continuando a bussare con forza.

La bambina non rispose ai suoi richiami, non un suono proveniva dalla stanza. Convinta che la figlia stesse male, chiamò Lodovico e Antonio affinché buttassero giù la soglia di quercia. Quando infine, dopo molti urti, il piccolo gruppetto riuscì ad accedere, quello che vide li sconcertò e terrorizzò. Il locale era vuoto, tutto sottosopra e le impannate erano state squarciate con una lama affilata.

«Antonio, guarda, c’è una corda con rampino alla finestra!» esclamò sconvolto Lodovico. «La mia piccola è stata rapita.»

estratto dal romanzo: L’accusa del sangue

Ospite del nostro salottino l’autrice Giovanna Barbieri.

  • Ciao, Giovanna, descriviti in poche parole.
  • Ciao a tutti, grazie mille di avermi inviato questa intervista. Sono un’ editor testarda, amante degli animali, della natura, del mare e della Storia, soprattutto quella medievale e rinascimentale italiana. Impazzisco per le battaglie, gli assedi, le corti ricche rinascimentali, le condizioni precarie dei contadini e artigiani. Amo leggere saggi sui diversi argomenti storici, dall’alimentazione come: Alimentazione e cultura nel Medioevo di M. Montanari, Laterza oppure Il trionfo del gusto: la cucina nell’età gonzaghesca tra alimentazine e ritualità conviviali di Malacarne. Alle condizioni sociali femminili: La vita quotidiana delle cortigiane nell’Italia del Rinascimento di Larivaille; Storia delle donne: dal Rinascimento all’età moderna. Alle armi e modi di combattimento: Signori e Mercenari di M. Mallett; Il mestiere delle armi (le forze armate dell’antica Roma) di Federica Guidi ecc Insomma, sono una malata di Storia.

 

  • La tua opera è: Historical novel? Historical romance? Historical fantasy? O altro?
  • La stratega trilogia è un time travel medievale (XII secolo), quindi direi che fa parte dell’Historical fantasy, anche se è molto storico come romanzo e poco fantasy.
  • Gli altri (silfrida la schiava di Roma, Cangrande paladino dei ghibellini, dell’amore e della spada) sono tutti historical novel. Solo l’ultimo, l’accusa del sangue, è un giallo storico.

 

  •  In quale anno è collocato il tuo romanzo?
  • L’accusa del sangue è collocato nel 1483 a Urbino. Questo periodo mi serviva perché gli Albani e gli Odasi, due nobili casate locali che si detestavano, sono vissute coi figli piccoli in quegli anni. Poi gli usi erano una via di mezzo tra superstizioni medievali e lussi rinascimentali. Un bel mix.
  • Cangrande paladino dei ghibellini è collocato tra il 1312 e il 1314 tra Verona, Vicenza e la Valpolicella. Oltre alle battaglie di Cangrande, troverete anche un Dante molto umano e due innamorati osteggiati dalle rispettive famiglie. Silfrida la schiava di Roma, V secolo dc) troverete l’invasione dei Goti in Italia del nord (la battaglia di Pollenzo del 402 dc), il punto di vista di Stilicone, il generale romano, e la tenera storia d’amore tra due ragazzi goti, Silfrida e Ghiveric. Dell’amore e della spada, XVI secolo, a Roma, è una storia d’amore tra due giovani nobili che sono costretti a fuggire a Roma per trovare la loro strada nel mondo. Troverete anche molta azione, l’arte di Michelangelo, spezierie, eretici e inquisitori.

 

  • Perché hai deciso di ambientare il tuo romanzo in questo periodo storico?
  • Di solito scelgo una specifica data per descrivere un evento preciso: la morte di un personaggio famoso, una battaglia, un’epidemia, la vita di un personaggio passato alla Storia (che in quella data si trovava in una determinata città) ecc. Intorno al personaggio famoso o all’evento funesto creo la mia trama, spesso ma non sempre con personaggi inventati.

 

  • Trama del tuo romanzo?
    Nel cuore della notte dell’anno domini 1483 qualcuno bussa al portone di Goffredo Fortespada, il Bargello di Urbino. La piccola Crezia Odasi è stata rapita e sarà compito suo ritrovarla. È l’inizio di un incubo e molte uccisioni flagelleranno la città dei Montefeltro. Omicidi così efferati che il Bargello si farà aiutare nelle indagini dal saggio amico speziale, Edmundo de la Turre, esperto non solo di droghe ma anche di ferite, esule a Urbino dopo la caduta di Costantinopoli.

 

  • Mostraci la tua bellissima copertina
  • imageDove si può acquistare
    ❖ Sul sito Amazon

Già che ci siamo facciamo due chiacchiere di Storia. 😉

  • Quali sono secondo te i punti di forza di questo periodo storico?
  • Amo il Medioevo in particolare, moltissimo il tardo Medioevo. Secondo me, i punti di forza riguardano gli usi italiani. Dal 1400 in avanti, circa, gli abitanti delle città si sono arricchiti con il commercio, le banche, una migliore alimentazione e questo ha portato i signori delle città a interessarsi anche alla filantropia (scultura, pittura, letteratura ecc) oltre alla protezione del loro territorio. Le arti italiane sono fiorite in quei secoli.

 

  • Quali sono secondo te i punti deboli di questo periodo storico?
  • I troppi luoghi comuni tipici di chi non ha studiato Storia o non legge i saggi: che in passato i figli non fossero una ricchezza ma solo un peso (dipendeva dal mestiere della famiglia, ma in generale anche i bambini lavoravano), che fosse un periodo sporco (è vero, i contadini si lavavano soprattutto d’estate ma in generale i nobili si pulivano di più) che il Medioevo fosse tutto segreti, pergamene millenarie nascoste chissà dove, intrugli che guariscono tutto, donne solo bellissime con grandi seni (nel Rinascimento già inizia ad esserci la tintura dei capelli e tante creme per il viso, quasi sempre nocive, ma i dentisti non esistevano, i medici erano alle prime armi, di sifilide non si guariva come non si guariva di peste e di tifo); che le donne potessero ribellarsi al padre o fratelli maggiori senza conseguenze ecc.

 

  • Qual è il personaggio storico presente in questo periodo che apprezzi e perché?
  • Mi piace molto Isabella D’Este, signora di Mantova e terre sotto il dominio dei Gonzaga. Una donna intelligente, istruita, amante del teatro, il recitar cantando, della musica, della pittura, della poesia. Acquistava solo tessuti di pregio per i suoi abiti e mangiava bene. Era anche una grande diplomatica (qui stiamo parlando del tardo Medioevo); nel 1300 adoro la figura di Dante Alighieri. Poi nel periodo tardo Impero Romano, ho imparato dai saggi ad apprezzare Alarico, il re di Goti, tutt’altro che un illetterato barbaro. Un uomo scaltro, intelligente, che ha tentato di tutto per amore della sua gente.

 

  • Qual è il personaggio storico presente in questo periodo che detesti e perché?
  • Nella stratega trilogia troverete diversi personaggi negativi: il nobile Garzapano, signore di Rivoli Veronese e imperiale, prepotente, violento, crudele; Rinaldo di Chantillon (signore di El-Kerak), poco intelligente, crudele senza motivo con i musulmani (anche con donne e bambini), prepotente. I guerrieri del Saladino sono gli antagonisti, comunque. In altri romanzi ho creato altri personaggi negativi: Il legionario Lucio Septimio Festa, innamorato di Silfrida e persecutore dei due amanti goti; Julien de Grenier per il romanzo Cangrande, persecutore di Caterina e Paolo.
  • Quale evento secondo te è stato significativo per tale epoca?
  • Per il 1400 di certo la scoperta dell’America e la calata dei francesi contro Napoli e gli Aragona, del 1494. La sifilide ha portato alla morte moltissime donne e uomini, in quegli anni. Sono gli anni di Da Vinci, di Botticelli e di altri grandissimi artisti, l’invenzione dei primi cannoni, delle bombarde, dei moschetti ha cambiato il modo di fare la guerra.
  • Per il 1300: la coltivazione della segale che ha portato a una migliore alimentazione; aratri più tecnologici, la peste nera del 1347, le opere di Dante Alighieri; l’inizio delle grandi signorie d’Italia.

*****

Grazie Giovanna per aver partecipato. Anche il tuo intervento è stato emozionante.

Inoltre, complimenti per l’estratto e in bocca al lupo per tutto.

Tu che leggi da casa cosa ne pensi? Se volessi lasciare un saluto, io e Giovanna ne saremmo felici e ricorda: se ti è piaciuto quello che hai letto, puoi condividere e sarebbe perfetto.

Da oggi sulla pagina FB è partito il nuovo sondaggio per candidarsi ed essere l’ospite della prossima settimana.
Segui il blog per non perderti i prossimi appuntamenti.

4 Comments »

  1. Buonasera, Giovanna Barbieri. E’un’intervista molto interessante la tua e confesso che mi piacerebbe leggere di Silfrida. Ne avevo sentito parlare ma non sapevo che ne fossi l’autrice. Avrei una domanda da farti: come è nato il tuo interesse per il medioevo?

    Piace a 1 persona

    • ciao, amo il Medioevo da sempre. Tutto è iniziato alle medie, quando mio padre mi ha acquistato il Milione e i romanzi di Jennings (Il viaggiatore). Silfrida, comunque, è ambientato nel V secolo dc, prima della caduta dell’Impero Romano. La trovi in amazon e in altri store on-line con lo pseudonimo di Isabel Greenwood 😉

      Mi piace

  2. Buongiorno Giovanna e complimenti!
    Avrei alcune curiosità.
    Nelle sue opere quel è la caratteristica dominante? Intendo tipo, pertinenza storica oppure amore, intrighi ecc?
    Qual è il suo autore modello? Esiste un’opera che le piacerebbe aver scritto?
    Grazie.

    Mi piace

    • ciao, alcuni romanzi che ho scritto: Cangrande paladino dei ghibellini e Silfrida la schiava di Roma ho tenuto molto presente la pertinenza storica, gli eventi e le battaglie avvenute. In altri (la stratega trilogia e dell’amore e della spada) invece troverai più intrighi e amore (sempre tenendo presenti gli usi del tempo.I miei protagonisti sono molto realistici. Intendo che non grondano romanticismo). Mi piacerebbe aver scritto l’azteco di Jennings oppure i pilastri della terra di Follett.

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: