Vai al contenuto

Viaggiando nel Tempo sono tornata in Castiglia

Carissimo/a history lover, buon momento!
Il sondaggio di settimana scorsa ha parlato facendo trionfare nuovamente l’epoca medievale e garantendole una sesta stellina. Nella sfida tra le epoche storiche non so chi potrà fare meglio. Comunque… Buona lettura!😉

*****

Ho appena finito di guardare l’ultimo episodio disponibile di Isabel e non posso evitare di pensare alla regina consorte di Castiglia e León, Giovanna di d’Aviz. Quella donna, le cui gesta sono poco ricordate per via della esigua valenza storica, mi ha in qualche modo colpito. Non negherò che prima d’ora non l’avessi mai degnata di attenzione, perché sarebbe scorretto nei tuoi riguardi. Come la maggior parte, anche io era affascinata dalla diatriba tra Isabella ed Enrico, intrigata dalle cospirazioni di Carillo e Pacheco e, infine, incuriosita dal ruolo in ascesa di Ferdinando ma, ieri, mentre osservavo il suo dolore (anche se scenico) ho provato a mettermi nei suoi panni e li ho trovati alquanto scomodi e opprimenti.

Tuttavia ti devo un articolo sul Medioevo e ho proprio intenzione di parlarti di lei.

«Giovanna del Portogallo è stata regina consorte di Castiglia e León. Di lei si sa che avesse un aspetto gradevole, superiore alla media del periodo storico, e che fosse desiderosa d’affetto.»

La stesura dell’articolo viene interrotta dal usuale intorpidimento seguito dalla emicrania e non posso evitare di stringere le palpebre e di massaggiare le tempie per attenuare le fitte. Dove andrò questa volta? Mi chiedo con apprensione prima di scivolare dalla seduta del divano, priva di sensi.

Riapro le palpebre in un ambiente umido e freddo. Le pareti spoglie in pietra mi inducono a credere di essere in un castello del periodo, ma non saprei dire quale. Con passi lenti raggiungo un’apertura che mi consente di guardare all’esterno, e non posso evitare che il mio sguardo si perda su una distesa verde che si estende fino all’orizzonte.

Che posto incantevole! Penso, ammirando le sfavillanti sfumature di verde create dai raggi del sole, ma non faccio in tempo a inspirare il profumo primaverile, perché un rumore di alle mie spalle mi costringe ad appiattirmi contro il muro.

Dalla porta che è stata aperta vedo uscire una bambina vestita di bianco seguita da una donna più matura e dal varco lasciato aperto, ne scorgo un’altra seduta ai piedi del letto, chiusa su se stessa. La lunga chioma corvina le copre il volto, ma dal rumore è chiaro che stia piangendo. Non mi ci vuole molto per capire che si tratti della regina Giovanna, lo so che è lei perché questi viaggi mi conducono sempre dove vorrei andare, ok, forse non proprio sempre.

Non devo pensare alla Peste! Non devo pensare alla Peste! Non devo pensare alla Peste! Mi ripeto, scacciando il brivido di repulsione che mi sta vibrando sulla schiena.

La regina solleva lo sguardo e mi vede. Accade e dura solo una frazione di secondo, ma è quanto basta per sentirmi inchiodare al suolo da tale determinazione. Uno sguardo tanto eloquente giuro di non averlo mai visto perché, nonostante in esso si possano leggere una miriade di emozioni, è lampante che non voglia che la veda tanto sofferente e disarmata. Abbasso lo sguardo e mi sposto per liberarla dalla mia vista e, senza neanche rendermene conto, mi ritrovo a casa e non nego che, anche stavolta, avrei voluto più tempo.

*****

Spero ti sia piaciuto anche questo mio viaggio 😀

Se vuoi rimanere aggiornato/a segui il blog anche dal canale Telegram.

Ti ricordo che seguire il blog, condividere gli articoli e commentarli è un modo gratuito per ringraziarmi del tempo speso. Grazie ❤

2 Comments »

  1. Un pezzo molto bello. Per un attimo ho creduto che fosse la scena del matrimonio per procura della figlia di Enrico con il duca di Francia ma forse è un altro episodio. La serie Isabel è bellissima e dà comunque spazio alla moglie di Enrico.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: