Vai al contenuto

Viaggiando nel Tempo sono tornata nella Antica Grecia

Carissimi history lovers, buon pomeriggio!
Come da vostra scelta tramite il sondaggio di settimana scorsa sono tornata indietro nel tempo, esattamente all’epoca ellenistica. Buona lettura! 😀

*****

Sono seduta alla mia scrivania bianca con il portatile acceso pronto per la ricerca e la tazza con i gufetti al mio fianco. Il profumo aromatizzato del bulletproof mi inonda come sempre le narici, materializzando nella mia bocca il suo sapore particolare. Dopo aver dato una sorsata al mio caffè al cocco e burro, digito la domanda di quest’oggi: “Epoca ellenistica” e resto in attesa di veder comparire le risposte che cerco.

«L’epoca ellenistica è un periodo storico che si colloca dopo la morte di Alessandro Magno il Macedone 323 a.C. e termina con la battaglia di Azio del 31 a.C. (Il 31 a.C. vide la morte dell’ultima regina d’Egitto Cleopatra e quindi la conquista romana del Regno Tolemaico d’Egitto). Si parla, dunque, di quasi trecento anni di avvenimenti, invenzioni e innovazioni, che inevitabilmente influenzarono le civiltà successive.

La verità è che fino alla prima metà del XIX secolo questo periodo era pressoché ignoto e definito di decadenza ma, grazie al lavoro dello storico e politico tedesco Johann Gustav Droysen (nato a Treptow an der Rega il 6 luglio del 1808 e morto a Berlino il 10 giugno1884), esso venne visto in modo completamente diverso. Droysen, infatti, gli diede una struttura e una sua definizione, tanto è vero che gli conferì un nome: “Ellenismo” e lo identificò come un periodo di unione tra la cultura greca e quella orientale e di realizzazione di opere nuove.

L’origine del termine però è un po’ confusa. C’è chi dice che Droysen inventò il nome “Ellenismo” facendo riferimento a un passo degli Atti degli Apostoli nel quale si parlava di Ellenisti (Greci che avevano l’idioma contaminato dagli ebraismi, ma successivamente si scoprì che in realtà si trattava di Ebrei che parlavano correttamente il greco) L’altra ipotesi, invece, era che Droysen si fosse ispirato all’epoca Romanza (periodo successivo di interazione tra romani e germanici) quindi, lavorando per analogie, creò il termine Ellenismo.

Di questa epoca si ricordano:

L’interazione tra popoli con culture e credi diversi, le lotte per la successione sul trono di Alessandro il Macedone, la creazione dei Regni ellenistici, lo sviluppo dell’agricoltura e del commercio e l’apertura del canale si Suez (283-246 a.C.).

Invenzioni: Vite di Archimede (dispositivo per spostare sostanze solide o liquide dal piano inferiore a quello superiore), il Faro (280 a.C. di Sostrato di Cnido), la sveglia (invenzione di Ctesibio, una clessidra modificata con quadrante, lancette e una suoneria creata con la caduta di sassi su un gong), dei strumenti di misurazione, l’origine della filosofia e molto altro.

Personaggi di spicco: Tanti, tra cui Cleopatra d’Egitto, Plutarco, Galeno, Perdicca ecc.»

Mentre trascrivo queste informazioni per l’articolo di domani percepisco il solito torpore che mi obbliga a chiudere le palpebre e a rimanere in attesa degli eventi.

Riapro le palpebre su un ambiente che ovviamente non riconosco. Le pareti familiari del mio salotto sono scomparse e al loro posto vedo solo alte colonne bianche che svettano verso il cielo. Nello stesso momento, una folata di vento caldo mi sfiora il viso e le braccia donandomi un subitaneo sollievo. Il clima è molto diverso da quello che ho lasciato a casa e l’aria è pervasa da un profumo particolare che sa di incenso, legna arsa e sacralità. Nonostante non ci sia mai stata, capisco di trovarmi in prossimità di un tempio, probabilmente greco, visto il tema della mia ricerca e così inizio a muovere qualche passo, producendo in questo luogo il suono dell’erba piegata dal mio peso.

Avanzo per diversi passi senza incontrare alcuno poi, in fondo al lieve declivio in cui mi ritrovo, a pochi metri di distanza, noto un uomo ben piantato sulle gambe leggermente divaricate e una donna seduta su un masso con un neonato tra le braccia.

Dell’uomo vedo solo l’abbigliamento da guerriero, purtroppo è di profilo e non scorgo altro. Della donna, invece, noto il volto dai lineamenti delicati, con la pelle ambrata, gli occhi scuri e le labbra serrate, chiaro segnale di profonda preoccupazione.

Stanno parlando.

«Rossane, tuo figlio è il legittimo erede al trono», risponde l’uomo a una domanda da me non udita, «e, in virtù della fedeltà che mi legava e mi lega ancora ad Alessandro, mio re, farò di tutto per proteggere suo figlio e te.»

«Perdicca», dice la donna con voce stanca, «Alessandro il Grande prima di morire ti ha nominato Reggente, donandoti anche il suo anello, ma hai visto come gli altri si sono mossi contro il suo volere. I diadochi minano l’eredità del mio Alessandro. Come potremo sopravvivere a tali lotte?»

«Io vi difenderò entrambi» promette, e nel suo tono percepisco una venatura di sano orgoglio che non avevo mai udito.

«E se il tuo impegno non bastasse?»

«Basterà, perché siamo nel giusto.» risponde, la donna ribatte ma le parole vengono inghiottite dall’intorpidimento e in un battito di ciglia mi ritrovo nel mio ambiente, davanti al pc acceso e del caffè freddo.

*****

Perdicca= Generale di Alessandro Magno e reggente per conto del figlio Alessandro IV di Macedonia

Rossane = ultima moglie di Alessandro Magno. Lei era persiana e questo dimostra il desiderio del re macedone di creare integrazione con i popoli sottomessi.

Se volete aggiungere altro lasciate tutto nei commenti. Alla prossima!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: