Vai al contenuto

Cuore vichingo: capitolo 31

Birka

I giorni di ripresa per il villaggio di Birka si susseguirono lenti e assolutamente faticosi. Lo stato d’animo dei sopravvissuti era incostante, a tratti incoerente, ma soprattutto era incoraggiante e, quest’ultima caratteristica, diede modo agli abitanti di non soffermarsi mai sulle perdite ma di indirizzarsi sul futuro.

Anche Helka era proiettata sul divenire. Aveva iniziato la ricostruzione della propria dimora senza il minimo aiuto, nonostante le fosse stato proposto. In virtù della sua posizione Alrik le aveva mandato degli uomini per assisterla, ma lei li aveva educatamente rifiutati. Quella tragedia le aveva fatto capire che la vita fosse troppo effimera per essere sottovalutata e affrontata con ingerenza. Si era resa conto, proprio grazie al disastro, che ne aveva trascorso gran parte in stasi, persa in una moltitudine di sogni infantili che non avevano fatto altro che renderla una parassita. Quella consapevolezza le aveva dato la nausea ed era intenzionata più che mai a cancellare la superficialità che aveva permeato il suo essere fino a quel momento. Il di lei obiettivo era diventato quello di farcela con le proprie forze e di fare qualsiasi cosa bene. Proprio mentre la giovane si apprestava a sollevare una tavola di legno, un uomo dai capelli ramati entrò nel villaggio. Gli occhi verdi di Helka furono calamitati sul nuovo arrivato più per desiderio di sapere che per femminile interesse. La prima cosa che le saltò alla vista fu la sua notevole altezza che, unita al fisico imponente, gli conferiva un aspetto minaccioso, tuttavia, l’andatura claudicante che notò subito dopo, lo trasformò in vittima nel tempo di un respiro.

Senza perdersi d’animo la giovane lasciò cadere il legno e lo raggiunse. “Sei ferito?” chiese con interesse.

“Sì, ma nulla di grave” rispose accennando un sorriso.

“Vuoi che ti controlli” si offrì con gentilezza, senza neanche curarsi se fosse o meno uno del villaggio.

“In realtà”, replicò l’uomo guardandola negli occhi, “ho bisogno di sapere dove sono.”

“Sei a Birka.”

“Finalmente!” sospirò con sollievo.

“Non sei di qui?”

“No”, confessò, “devo parlare con Alrik, il capo villaggio.”

“Come puoi notare siamo in una situazione difficile, il capo è molto impegnato.”

“Lo capisco, ma è importante.”

Helka fissò le di lui iridi in cerca di qualche dettaglio che le facesse capire le sue intenzioni. In quelle pupille iridescenti non lesse malanimo ma solo urgenza e così lo invitò a seguirla.

Quando l’uomo fu al cospetto di Alrik e, fu riconosciuto, ebbe modo di parlare.

“Tu sei il guerriero che ci ha aiutati a fuggire”, constatò il capo villaggio, “caso ci fai qui?”

“Edgar è vivo e, dopo aver distrutto Helgö, ha intenzione di prendersi Birka.”

“Helgö è distrutta?” volle sapere per conferma.

“Rasa al suolo” precisò l’uomo.

“Perché sei qui?” incalzò Alrik con voce dura.

“Perché quell’uomo è un mostro. Con le sue azioni infanga i suoi uomini e ciò che di onorevole anima l’animo dei guerrieri. Sta arrivando ed era mio dovere dirlo” precisò, prima di scivolare nel oblio e lasciare sul capo villaggio l’ansia per un imminente attacco.

2 Comments »

  1. Bel capitolo! Sono davvero curiosa di salere cosa farà ora Alrik e come si svilupperà l’amore tra Erik e Maya.
    Non vedo l’ora di conoscere meglio Liuk, mi affascina molto. E voglio proprio vedere come conquisterà una Helka, vittima di un grave lutto.
    A presto ♡
    p.s. su wattpad sono stati cancellati alcuni capitoli di “La prima regina del Portogallo” giusto?

    Mi piace

    • Ciao Ery, che bello rileggerti! 😊 Sì, la situazione è un po’ ingarbugliata per i nostri personaggi, (non immagini quanto) ma tifiamo per loro. 😍 Per la regina hai ragione, ma la versione completa è in fase di editing, quindi uscirà su Amazon, spero, non tra molto 😊

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: