Vai al contenuto

Istantanea n.116-117-118

Buon inizio settimana!

[116]

«Per cortesia, tacete» lo ammonì guardandosi intorno in modo furtivo.
«Siamo soli», la tranquillizzò sorridendo, «non farei nulla per crearti preoccupazione.»
«Non ne sono convinta», mormorò guardandolo di sottecchi, «non so ancora dove siamo.»
«Lo vedrai tra un momento» la tranquillizzò indicando alla sua destra.
La dama si volse a guardare nella direzione indicata e subito scorse il fiume Elba e riconobbe l’imbarcazione del vecchio sovrano. «Siamo al castello di Pillnitz.»
«Esatto, ti dovevo un giro sul fiume, ricordi?»
«Sì, rammento» ammise con un sorriso radioso, che poi modificò con velata malizia, «ma, invero, io non avevo risposto.»
«Avevi intenzione di rifiutare?» domandò guardandola negli occhi con una punta di sfida.
«Può darsi» chiocciò allegra e, senza attendere che replicasse, iniziò a scendere la lunga scalinata.

*****

[117]

«Sei una pessima bugiarda!»le vibrò alle spalle con allegria, incapace di credere a quanto potere avesse su di lui la di lei risata.
«Dovreste gioire di questo.»
«Lo faccio», ammise fermandosi al suo fianco vicino all’imbarcazione, «allo stesso modo in cui ringrazio Dio per averti messa sul mio cammino.»
«Siete voi a essere sul mio» contestò con ironia, mentre lo indicava mostrandogli che fosse lui a sbarrarle l’accesso alla barca.
Lui rise scuotendo il capo e lei si unì a quel suono senza riuscire a contenere la gioia che provava nel petto, perché in quel momento potevano viversi liberamente in quanto erano solo Chiara e Francesco.

*****

[118]

Seduti l’uno di fianco all’altra sulla seduta imbottita, la coppia discorreva di ogni cosa incuranti o quasi, del ristretto pubblico.
«Siete sicuro di potervi fidare di loro?» domandò Chiara d’improvviso, lanciando uno sguardo furtivo all’esterno.
«Assolutamente.»
«Cosa vi fa avere una tale sicurezza?»
«Sono miei fedeli sudditi, pertanto, non ho motivo di dubitare della loro lealtà.»
«I tradimenti migliori partono dalle sedie intorno al tavolo» precisò lei corrugando la fronte e mostrando il proprio scetticismo.
«Ma qui siamo in barca, quindi, stai tranquilla e goditi il panorama” la tranquillizzò sorridendo e accarezzandole il dorso della mano.
Chiara annuì prima di fissare gli occhi all’esterno, dove vide un incredibile scorcio fatto di acqua placida ravvivata dallo sfavillio del sole e in lontananza si ergevano le tipiche costruzioni vicine al fiume.
«Il panorama è incantevole, devo ammetterlo» confessò lei sorridendogli.
«Assolutamente!» concordò lui, prima di porle un leggero bacio sulla guancia in educato rispetto.

*****

2 Comments »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: