Vai al contenuto

Lo sapevi che oggi ricorre l’anniversario della nascita di un’invidiabile scultore?

Carissimo/a history lover, buon momento!

È con infinita gioia che ti comunico tale notizia: Michelangelo Buonarroti, oggi, avrebbe compiuto 544 anni.

A U G U R I !

Era il lontano 06 marzo 1475 (il padre però annotò la nascita anche con la data riferita al calendario fiorentino, ovvero il 06 marzo 1474. Il calendario fiorentino, era proprio di quei territori, e festeggiava il capodanno il 25 marzo. Fu abolito nel 1749 dal Granduca Francesco III di Lorena che impose il calendario gregoriano e la data di inizio anno al 1 gennaio, tuttavia, a Firenze si festeggia ancora la Festa del 25 marzo.) quando, da una delle stanze della dimora del Podestà di Caprese, si sentì il vagito del piccolo Michelangelo Buonarroti. A quel tempo non si poteva immaginare il tipo di uomo che sarebbe diventato e, ancor meno, presupporre quale futuro avrebbe avuto ma, essendo il secondogenito maschio di una famiglia aristocratica, seppur in ristrettezze economiche, si ipotizzava una carriera militare o ecclesiastica.

Michelangelo Buonarroti, definito da alcuni il divino ribelle, era un uomo con un talento naturale per il disegno che dimostrò fin dalla più giovane età. Fin dalla più giovane età si dedicò allo studio delle tecniche artistiche e alla pratica, lavorando in modo impeccabile presso altri artisti. Il primo a istruirlo sulle arti pittoriche fu Domenico Ghirlandaio che lo istruì inizialmente nell’arte religiosa. Nel corso del tempo, lo stile di Michelangelo subì notevoli migliorie grazie agli insegnamenti ricevuti dal maestro Bertoldo di Giovanni. (allievo di Donatello), nell’accademia artistica di San Marco (sostenuta da Lorenzo il Magnifico). All’età di quindici anni circa, per merito dello spirito intraprendente, del desiderio di migliorarsi e di ambire alla perfezione, Michelangelo fu preso sotto l’ala protettiva di Lorenzo de’ Medici* e, da quel momento, ebbe inizio la sua carriera artistica fatta di conoscenze e di accrescimento tecnico-culturale.

Si racconta che, Lorenzo il Magnifico, durante una visita nel giardino dell’accademia di San Marco, avesse criticato bonariamente una statua scolpita da Michelangelo, asserendo che avesse una dentatura troppo perfetta per essere realistica. Il giovane scultore fu talmente colpito da tale osservazione, che decise di porre subito rimedio all’errore scalfendo un dente e conquistando così l’ammirazione di de’ Medici.

Michelangelo Buonarroti è ricordato tuttora come uno degli artisti più talentuosi del Rinascimento italiano

*A parer mio, questo Maestro fu ammirabile con ogni tecnica, ma le Sue sculture, sono di una perfezione invidiabile.* (guardare vene della mano)

Mosè di Michelangelo

Se i trionfi ottenuti in età adulta l’abbiano reso felice o meno non ci è dato saperlo. La storia, come dico sempre, riporta aneddoti più o meno lieti e a noi, non ci resta altro che supporre e immaginare.

Spero ti sia piaciuto l’articolo, nel caso la risposta fosse affermativa, ricordati di lasciare un like e di condividere con chi sai essere interessato all’argomento. È anche un modo carino per sostenere me e il mio blog.

Nel malaugurato caso decidessi di seguire il blog, ricordati di confermare la mail se no niente notifiche. 

Mi sembra di averti detto tutto, quindi, alla prossima!

2 Comments »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: