Vai al contenuto

Istantanea n.119-120-121

[119]

Quando poco dopo Chiara si accorse che l’imbarcazioni stava ormeggiando, non poté nascondere la curiosità. «Dove siamo?»
«Lo vedrai a breve.»
«Neanche un indizio per stimolare la mia mente?» tentò ancora, accompagnando le parole con un tono sensuale.
«Non provocare la mia, di mente», l’ammonì bonariamente, lasciandole intendere a cosa si riferisse e, come sempre, ella arrossì.
«Ve l’ho già detto di non fare allusioni di alcun genere, vero?»
«A volte», rispose rilassato, «tuttavia, devo dire in mia discolpa che se voi non le capiste mi rendereste tutto più facile.»
«Oh cielo! Ora avete anche l’ardire di dire che la colpa delle vostre disinvolte insinuazioni sia mia?» reagì incrociando le braccia al petto e mostrando il broncio grazioso che lui aveva imparato ad amare.
«Assolutamente» confermò dandole un bacino sulla punta del naso prima di alzarsi in piedi per aiutarla a fare altrettanto, «tuttavia, mia cara, devo ammettere che adoro la vostra dissoluta perspicacia.»
«Francesco!» ruggì, in un misto di calore e imbarazzo e lui rise, come soleva fare ogni volta.

*****

[120]

L’imbarcazione Wettin era stata attraccata in un piccolo borgo dall’aspetto caratteristico. Poco oltre la banchina, vi era un largo spazio circolare delimitato da edifici bassi in pietra con i davanzali fioriti. Graziose cascate ornavano le balaustre al primo piano rendendo lo slargo davvero grazioso e originale.
«Che luogo incantevole!» cinguettò Chiara guardandosi intorno con vivo interesse, analizzando ogni minuzia come se ne dipendesse la vita.
«Non hai ancora visto la parte migliore.»
«Pensavo di averla al mio fianco» sciorinò con ironica malizia e lui le sorrise scuotendo il capo.
«Lascia che simili elogi sia io a farli» l’ammonì con garbo.
«Vi imbarazza essere oggetto d’interesse?» domandò con curiosità.
«Può darsi», confessò indicandole un piccolo locale con la porta a scacchiera in vetro e legno. «non sono abituato ai complimenti.»
«Bene, vorrà dire che imparerete ad accettarli, Francesco, perché ho tutta l’intenzione di dire ciò che il cuore prova.»
«Sei incosciente», rise, «la mia, adorabile, incosciente.»

*****

[121]

Quando entrarono nel locale furono accolti da un aromatico tepore che ebbe il potere di far luccicare gli occhi della giovane con notevole sorpresa. L’ambiente non era eccessivamente grande e, proprio per quella ragione, era assai accogliente. Alcuni tavoli ricoperti con un tovagliato chiaro erano disposti lungo il perimetro e ospitavano persone distinte che sorseggiavano bevande calde con composto garbo, ignorando chiunque non fosse seduto al proprio tavolo. Persino l’ingresso del Reggente era passato inosservato.
«Dove mi avete portata?» domandò con voce bassa.
«Nel mio luogo preferito.»
«Ovvero?» soggiunse curiosa, ma la risposta dové attendere.
Un uomo vestito in modo elegante si avvicinò, li accolse con un lieve cenno del capo e, dopo averli accompagnati a un tavolo, si dileguò con contegnoso rispetto.
«Non hanno idea di chi voi siate» comprese la giovane guardandosi intorno e constatando che la presenza di Francesco non aveva sortito alcun tipo di trambusto nei presenti.
«Esatto. Non trovi sia meraviglioso?»
«Sì, lo è, Francesco» sorrise, felice che non vi fossero le consuete presenze ingombranti.
«Questo luogo è il mio preferito perché è norma lasciare all’esterno il proprio bagaglio. Qui non ci sono titoli, nomi o ruoli, ma solo persone nella loro umanità.»
«Con tale premessa, deduco diventerà anche il mio luogo prediletto» sorrise guardandolo negli occhi e sentendosi estremamente grata per quel momento di inaspettata libertà.

*****

2 Comments »

  1. Mi piacciono questi frammenti di quotidianità. Ora che Francesco ha deciso di prendere in moglie Chiara, si sente meno oppresso dagli obblighi legati alla reputazione della sua fidanzata e non teme le malelingue. Molto bello questo passaggio.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: