Vai al contenuto

Trattato di Utrecht

Carissimo/a History Lover, buon momento!

In occasione dell’anniversario della firma sul Trattato di Utrecht, avvenuta niente poco di meno che il 11 aprile 1713, vi posto un breve estratto che ne parla.
Nel caso te lo stessi chiedendo, il suddetto trattato fu il primo passo concreto verso la pace tra le potenze europee coinvolte nella lunga, estenuante e rovinosa Guerra di Successione Spagnola. (Guerra nata con lo scopo, di alcuni, di impossessarsi del trono di Spagna, rimasto nel 1700 senza eredi legittimi.)

Di seguito, dunque, un estratto di “Filippo di Borbone: La Guerra di Successione Spagnola.”

La volontà di combattere era divenuta sempre meno preponderante, le potenze europee erano esauste e cercavano da tempo di trovare un accordo equo che soddisfacesse tutti. L’undici aprile del millesettecentotredici, dopo un ulteriore mese di trattative intense, si ebbero le prime firme per la pace. Ad apporle furono la Gran Bretagna, I Savoia, la Prussia, il Portogallo, la Repubblica delle Sette Provincie e la Francia in cambio di territori, ceduti e acquisiti. Filippo di Borbone venne riconosciuto legittimo re di Spagna con il nome di Filippo V, a patto della rinunzia alla corona francese. L’Austria acquisì i territori spagnoli presenti nei Paesi Bassi, quelli del regno di Napoli, del ducato di Milano e dello Stato dei Presidi in Toscana. L’Inghilterra ottenne la rocca di Gibilterra, Minorca e l’esclusività del commercio degli schiavi verso l’America. Come se non bastasse, guadagnò dalla Francia anche alcuni territori nel nord America. Gli olandesi ottennero il diritto di erigere fortezze militari lungo il confine tra i Paesi Bassi austriaci e la Francia. Il duca di Savoia ottenne Casale, il Monferrato, parte della Lomellina, la Valsesia e il regno di Sicilia con rispettivo titolo. All’elettore di Baviera toccò la Sardegna e, alle potenze rimanenti, altri territori forse neanche spagnoli, scambiati tra loro per la tregua.

Se vuoi saperne di più, la mia serie: History Life’s Moments tratta anche dell’argomento.

Alla prossima!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: