Vai al contenuto

Interessante: La catedral del mar 👑👑👑👑

Carissimi History lovers, ben trovati!

In questi giorni mi sono imbattuta in una serie televisiva storica che non avevo ancora visto, quindi, indovinate cosa ho fatto?
L’ho vista subito. Bravissimi! 🤣

Si tratta della serie televisiva spagnola dal titolo: La Catedral del Mar (La cattedrale del mare), ispirata all’omonimo romanzo storico del 2006 di Ildelfonso Falcones.

Schema riepilogativo:

–  Ambientazione: Medioevo. XIV secolo.
– Location: Spagna. Città: Barcellona. Di tanto in tanto la narrazione si sposta nelle campagne o nelle città limitrofe.
– Protagonista femminile: Non c’è una vera protagonista, si susseguono diverse donne che per un momento hanno la loro importanza. Forse, l’unica donna presente dall’inizio del racconto è la Vergine Maria della cattedrale.
– Protagonista maschile: Arnau Estanyol, un bambino nato nella miseria, che crescendo muta la sua esistenza. Da schiavo a Console del mare in una ascesa per nulla semplice.
– Co-protagonisti:  Joanet Estanyol, fratello adottivo di Arnau e le donzelle che incontrerà il bel protagonista. Tra le quali c’è Mar, una bambina povera che crescendo diventerà una bellissima donna.
Ora ve li faccio vedere.

Arnau Estanyol (Aitor Luna)

Mar Estanyol (Michelle Jenner ex Isabella di Castiglia)

In realtà ci sono un’infinità di personaggi e molti di loro sono interpretati da attori che erano presenti in Isabel. La serie che mi era piaciuta poco e di cui non ho mai parlato. 🤣 🤣 🤣

Trama:

Siamo nella Barcellona del XIV secolo. La città sta vivendo il suo momento di massimo splendore. In un umile quartiere di pescatori, gli abitanti hanno deciso di erigere la più grande chiesa mai costruita dedicata alla Vergine: la Cattedrale di Santa Maria del Mar. Tra le braccia di suo padre, il piccolo Arnau arriva in città alla ricerca di una nuova vita da uomo libero. Quale destino spetta a un semplice servo che deve confrontarsi con le classi più ricche e potenti di Barcellona?

(presa da Amazon)

Ecco perché ho visto la serie e cosa mi è piaciuto.

Amo il Medioevo, ma il vero motivo che mi ha spinta a vedere questa serie formata da 8 episodi è stata la presenza dell’attrice di Isabel sull’immagine di copertina. (lo dico perché voglio essere sincera con voi)

Mi è piaciuta la durezza con cui sono stati trattati i protagonisti. Non sono una sadica, ma ho apprezzato il desiderio dello scrittore e della regia, di mostrare l’altra parte del mondo passato. Infatti: pochi castelli e balli, tanta povertà, lavoro e dolore.

I personaggi sono interessanti, perché non si limitano a essere buoni o cattivi, sono complessi e imperfetti. Belli i costumi (anche se per la maggior parte della serie si vedono indumenti logori e sporchi) perché rispecchiano quello che significava essere servi e non padroni.

Sono contenta di aver visto anche questa serie, ma ora mi toccherà leggere il libro per fare un confronto.
Qualcuno di voi lo ha letto? Oppure ha visto questa serie?

La serie auto conclusiva è trasmessa su Netflix.
Alla prossima!



3 Comments »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: