Vai al contenuto

Il Giappone medievale raccontato da Valentina Piazza

Carissimo/a History lover, buon momento!

Oggi ti terrà compagnia un’altra voce, sei pronto/a?

“Takeshi, una volta a casa, aveva quindi commissionato una nuova arma a Masamune, che si diceva fosse il fabbro migliore al mondo. Pensieroso e afflitto a causa della perdita della sua spada, mentre attendeva la nuova, spesso aveva ricordato i racconti di suo padre che aveva combattuto nella battaglia della Baia di Hakata, nel secolo precedente, opponendosi all’invasione mongola. Durante lo scontro decisivo, l’uomo aveva assistito a un prodigio: il mare e il vento si erano alzati, aiutandoli nella loro impresa. La natura aveva scatenato una tempesta tanto violenta, improvvisa e terribile, da essere impossibile da fronteggiare. Così i loro uomini avevano schiacciato l’esercito nemico e le onde avevano fatto il resto. I kamikaze, i venti divini, erano stati loro alleati e avevano compiuto la volontà degli dei sugli uomini.”

Estratto dal romanzo: L’anima della spada

Ospite del nostro salottino l’autrice Valentina Piazza.

Ciao, Valentina, descriviti in poche parole. 🤔

Ciao a tutti! Ho 33 anni e vivo in provincia di Genova. Sono laureata in lettere, ma con una tesi ad argomento storico (medioevale). Ho due bambine di tre e cinque anni e, attualmente, sono mamma a tempo pieno. Adoro leggere, disegnare, fotografare e scrivere.

La tua opera è: Historical novel? Historical romance? Historical fantasy? O altro da specificare? 🤔

Ho sempre difficoltà a inquadrare i miei libri in un genere specifico. In questo particolare caso (L’anima della spada) il romanzo è in parte ad ambientazione moderna, in parte storica, c’è la storia d’amore, ma anche elementi fantasy; un ibrido insomma!

In quale anno è collocato il tuo romanzo? 🤔

In “L’anima della spada” troverete una parte moderna, ambientata ai giorni nostri, e una grande parte storica, ambientata nel Giappone del XIV secolo.

Perché hai deciso di ambientare il tuo romanzo in questo periodo storico? 🤔

Ho scelto il XIV secolo perché avevo necessità di servirmi di alcuni riferimenti storici; in particolar modo le battaglie che l’ imperatore Go Daigo condusse per completare la sua opera di “Restaurazione”. Inoltre volevo utilizzare una figura importante per il Giappone: quella di Masashige, simbolo dell’onore samurai che, nel libro, prenderà il nome del mio protagonista: Yamamoto Takeshi.

Trama del tuo romanzo? 🤔

Milano, oggi.
Francesca Losi, figlia di un grande esponente dell’aikido in Italia, alla morte di quest’ultimo e per suo volere, acquistò un’antica e preziosa katana giapponese durante un’asta di beneficenza, a Milano. La spada, arrugginita e danneggiata, versava in pessime condizioni ma la ragazza era determinata a riportarla ai suoi antichi splendori, esaudendo così anche l’ultimo desiderio di suo padre. 
Dopo essersi messa in contatto con il togishi, Kimura Kaito, un noto restauratore di spade, cominciò insieme a lui il restauro della lama. Ogni volta che Francesca poserà la mano sulla katana, questa le parlerà attraverso visioni dominate da una voce di donna, intenzionata a svelare il passato e l’anima della spada…

Giappone, XIV secolo.
Yamamoto Takeshi, un famoso guerriero, aveva perso la propria katana durante uno scontro e, conoscendo la fama del fabbro Masamune, gli aveva commissionato una nuova arma: la spada Koi, una katana micidiale, dai poteri ultraterreni…

“Quando Takeshi, il guerriero, serrò la sua presa su di me, vidi la luce della sua anima…”

Mostraci la tua bellissima copertina

Cover

Dove si può acquistare
Sul sito Amazon

Già che ci siamo facciamo due chiacchiere di Storia.  😝

Quali sono secondo te i punti di forza di questo periodo storico?🤔

Mistero, misticismo, spiritualità. Il Giappone del XIV secolo è intriso di elementi mistici che rendono difficile intravedere il confine tra realtà e immaginazione…

Quali sono secondo te i punti deboli di questo periodo storico? 🤔

Difficoltà di reperire notizie (questo è il punto debole più evidente), inoltre è poco conosciuto e quindi poco apprezzato (Ahimè!), lontananza dalla nostra cultura. Questi sono gli unici punti deboli che trovo e sono tutti negli occhi di chi lo osserva, non al suo interno, perché io trovo sia un periodo molto affascinante.

Qual è il personaggio storico presente in questo periodo che apprezzi e perché? 🤔

Apprezzo l’imperatore Go Daigo (personalità realmente esistita), perché è il simbolo del potere. Corrotto ma all’apparenza puro. Sacro ma anche profano. Con le mani così immerse nei suoi sotterfugi da non riuscire più a vedere il male nelle sue azioni.

Qual è il personaggio storico presente in questo periodo che detesti e perché? 🤔

Nessuno! Anche gli antagonisti o i corrotti hanno il loro perché; tutto è armonia in Giappone.

Quale evento secondo te è stato significativo per tale epoca? 🤔

La battaglia della baia di Hakata, precedente al periodo narrato, ma molto importante per il Giappone, in quanto segnò l’arresto dell’avanzata mongola. Vi partecipò il padre del protagonista ed è proprio lui, Takeshi, che ce la ricorda. Ve ne parlo nell’estratto che ho lasciato.

Grazie Valentina per aver partecipato e per averci parlato un po’ del Giappone medievale.

Inoltre, complimenti per l’estratto e in bocca al lupo per tutto.

Tu che leggi da casa cosa ne pensi? Se volessi lasciare un saluto, io e Valentina ne saremmo felici e ricorda: se ti è piaciuto quello che hai letto, puoi condividere e sarebbe perfetto.

Alla prossima!

4 Comments »

  1. Interessante. Intanto faccio i miei complimenti per la scelta. La cultura giapponese ha il suo fascino e credo che parte del merito sia da attribuire a quel senso di onore che sembra pervadere questi guerrieri. Posso chiederle se ha mai pensato di scrivere un romanzo interamente storico su un guerriero giapponese? Come ha detto un periodo simile è difficile, come ha fatto a documentarsi? Grazie

    Piace a 2 people

  2. Buonasera! Per documentarmi ho (e ho avuto) la fortuna di poter parlare con esperti di arti marziali e di storia Giapponese, che mi hanno anche consigliato alcune letture. Dove mi serviva ho utilizzato internet. L’onore, insieme ad altre virtù samurai, è proprio al centro del romanzo; quando ho immaginato la storia mi è venuto naturale dividere le vicende tra presente e passato, per mostrare come un oggetto così particolare e mistico, potesse incidere nelle vite di tante persone, è per questo che non mi sono concentrata soltanto sulla parte storica. credo che il romanzo resterà il solo che dedicherò al Giappone, perchè per me ha avuto un’importanza particolare: è dedicato ai miei compagni di Aikido e al mio maestro sul tatami 🙂

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: