Vai al contenuto

Il valoroso Wettin

Carissimo/a History Lover, buon momento!

In occasione del duecentotredicesimo anniversario della morte di Francesco Saverio Wettin, di cui ho già parlato in passato e protagonista delle “Istantanee di Chiara”, ecco alcune curiosità su di lui.  Buona lettura!

«Francesco Saverio Wettin di Sassonia, nacque a Dresda il 25 agosto del 1730 e ivi morì il 21 giugno del 1806. Figlio dell’allora principe elettore Federico Augusto Wettin e di Maria Giuseppa d’Austria, Francesco Saverio fu duca, comandante dell’esercito Sassone, Reggente di Sassonia e conte di Lusazia.(quest’ultimo titolo lo adoperava in Francia per non creare problemi) Ebbe un’infanzia solitaria a causa della predilezione materna, che portò i fratelli e i servitori a tenerlo in disparte. In gioventù fu un uomo d’armi, servendo in modo egregio sia la Sassonia sia la Francia. In un’epoca ricca di unioni combinate a favore della ragion di Stato, egli ebbe un matrimonio d’amore e lo ottenne contravvenendo alle leggi, ai molteplici suggerimenti e sopportando i numerosi biasimi che gli furono rivolti e che lo costrinsero a lasciare la propria patria a beneficio della moglie, Chiara Spinucci. Fu un ottimo soldato, un buon Reggente e un marito fedele e innamorato. La coppia ebbe dieci figli.»

Di quest’uomo si ricorda l’emarginazione infantile, il rispetto e l’ammirazione conquistata alla corte di Luigi XV, l’amore per la moglie italiana Chiara Spinucci e l’esilio.

#Curiosità
Francesco Saverio fu rifiutato come marito dalla principessa Adelaide di Francia  [pare che Adelaide di Borbone-Francia (figlia di Luigi XV) , preferisse rimanere nubile piuttosto che sposare un uomo senza regno).

In virtù della predilezione materna alla successione al trono Sassone, pare che il povero Francesco Savero sia stato cresciuto lontano da Dresda, esattamente nel palazzo dei Wettin in Varsavia, e con una istruzione esigua.

Nonostante la famiglia non si aspettasse molto da lui, egli si offri di andare in guerra contro la Prussia durante quella che poi divenne la Guerra dei sette anni e fu in quel frangente che, a capo di un corpo dell’esercito sassone, alle dipendenze del re di Francia, dimostrò il suo talento militare, distinguendosi e riuscendo in breve tempo a ottenere il rispetto degli uomini piùimportanti.

Spero che l’articolo ti sia piaciuto, se così fosse, non dimenticare di lasciare una faccina nei commenti e di condividerlo con chi può essere interessato/a.

Se hai altro da aggiungere lascia un commento e alla prossima!

2 Comments »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: