Vai al contenuto

Sif: dèa del grano e delle messi

Carissimo/a history lover, buon momento!

Ecco l’articolo sulla divinità vincitrice del sondaggio.

risultato sondaggio

Siamo giunti al ventunesimo appuntamento con *Lo sapevi che – Vichinghi* 

Oggi torno a parlare della mitologia norrena, puntando tutta la mia attenzione sulla dea SIF. Pronto/a? 

*****

Immagine presa dal web

Sif era la dèa del grano, delle messi e della famiglia, nonché un’ottima guerriera.

Di codesta fanciulla divina non si hanno molte notizie, pare però, che la sua importanza per il popolo fosse una diretta conseguenza della adorazione che i fedeli nutrissero per il marito Thor, il quale, come ti ho detto in un articolo precedente, fu identificato tra le altre cose anche come il dio degli uomini.

Nell’immaginario collettivo Sif è una bellissima guerriera dai capelli neri (merito dei fumetti e dei film) tuttavia, è bene precisare che secondo la mitologia norrena questa dea avesse dei bellissimi e lunghissimi capelli biondi. 

Per onor di cronaca, sappi che Thor e Sif erano molto innamorati (vorrei sapere chi gliel’ha detto 🤔) e che ebbero due figlioli.
  Þrúðr : valchiria potente
Móði: guerriero valoroso.

Curiosando su questa dèa sono venute fuori alcune curiosità.

La più carina riguarda un incontro insolito avvenuto tra la biondona Sif e l’ingannatore Loki. (Lokino non te l’ho ancora presentato, ma era una divinità mica da ridere, egli infatti, era un ottimo bugiardo e a tratti un gran burlone.[rideva solo lui però 😞])

La leggenda racconta che un Loki estremamente annoiato stesse zampettando per la dimora divina di Asgard in cerca di un passatempo, quando, per pura coincidenza, si imbatté in una Sif addormentata. Vedere la lunga chioma dorata lo stuzzicò a tal punto che decise di farle uno scherzetto. Quatto, quatto le si portò alle spalle, afferrò una ciocca e diede il primo taglio. A quel punto decise di dare omogeneità e glieli tagliò tutti.
Senza farsene accorgere, il dio furbetto, si defilò.

Ore dopo, il baldo Thor rientrò in casa e non appena vide la moglie mutilata gridò all’oltraggio. La poverina, mortificata, cercò di celarsi alla sua vista, ma il dio del tuono comprese subito chi avesse commesso quel misfatto e tuonò: 😂 “Loki, vieni qui, se no ti fulmino!”

Dopo un’amorevole chiacchierata fraterna, Loki comprese di aver esagerato e decise (sì, proprio di sua iniziativa 😂) di andare dai nani per chiedere il loro aiuto e una parrucca per la dea.
I nani figli di Ivaldi
(famiglia che costruì la lancia di Odino) acconsentirono e crearono una stupenda parrucca d’oro che, indossata, rendeva Sif ancora più bella.
Già che c’era, e per farsi perdonare, pare che Loki fece costruire anche un ragalino per il fratellastro Thor, (un martelletto super potente🤔) [insomma è il caso di dire: come darsi una martellata sui piedi da solo. 😂]
Ovviamente, per fare in modo che qualcuno creasse il Mjollnir, Loki dovette fare leva sull’orgoglio dei nani e la rivalità tra le varie stirpi dei diversamente alti. (un modo per evitare le ripetizioni).

Immagine presa dal web

La leggenda racconta che Sif avesse anche un figlio di primo letto dal nome Ullr, anche lui una divinità norrena, più precisamente il dio dell’inverno e della caccia.

Si racconta che Sif fosse una moglie fedele, infatti, era il simbolo della fedeltà. Oltre ai suoi figli, nutriva anche i figli di Thor (sì, l’amava ma la tradiva), Magni e Modi.
Alcuni storici credono che Sif possedesse il dono della profezia e noi chi siamo per dire di no. Tuttavia non ci sono riscontri nell’Edda. ( con il termine Edda si ci riferisce a due testi scritti in lingua norrena nel XIII secolo, dai quali abbiamo preso la maggior parte delle notizie sulla mitologia norrena.)

Secondo gli studiosi e in basi ai ritrovamenti, pare, che la dea Sif fosse molto venerata dal popolo, se fosse per Thor o per lei non ci è dato saperlo.

*****

Spero che l’articolo ti sia stato utile, se così fosse non dimenticare di lasciare una faccina nei commenti e di condividerlo con chi potrebbe trovarlo interessante.

Se vuoi scoprire altre curiosità vichinghe con un romanzo che parla di guerra e amore, guarda qui.

Mi sembra di averti detto tutto, quindi, alla prossima!

Immagini prese dal web.

8 Comments »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: