Vai al contenuto

Il fatidico incontro nel West🤠

Carissimo/a history lover, buon momento!

Eccoci al terzo appuntamento con *Lo sapevi che – Far West* 

*****

Come ho già detto negli articoli precedenti, per noi (ragazzi di oggi😂) il Far West era un po’ una terra di nessuno abitata da cowboy, banditi, prostitute e minatori, (sono ripetitiva, lo so😂, ma non sarà così per sempre) tuttavia, è bene precisare che quella terra si popolò in fretta anche di altre persone e, altrettanto rapidamente, gli omoni con i testoni e i soldoni cercarono di entrarne in possesso e diventarne i padroni.

Probabilmente ti starai chiedendo: in che modo? 🤔

Per vivere in maniera agiata (bene, non esistevano i ricchi per come li intendiamo noi e anche i soldi scarseggiavano) nel West c’erano diverse tipologie di mansioni possibili (che vedremo in seguito), ma uno dei lavori più proficui, che portò benefici sia ai padroni sia agli operai, fu quello inerente la costruzione della ferrovia transcontinentale.

Nel 1862, l’allora Presidente degli Stati Uniti d’America Abramo Lincoln, approvò il Pacific Railroad Act, un decreto che proponeva di costruire una linea ferroviaria capace di unire la costa occidentale (Oceano Pacifico) con quella esistente della costa orientale (Oceano Atlantico).

E Lincoln fece bene ad approvarlo, anche se c’erano tante persone contrarie, perché i viaggi pubblici in carrozza erano panoramici, ma i viaggi in treno erano comunque più comodi.

La realizzazione della ferrovia transcontinentale fu affidata a due società costituite quasi per l’occasione. La Central Pacific (fondata nel 1858) aveva il compito di costruire la ferrovia dalla costa occidentale e di procedere verso Est, mentre la Union Pacific (costituita nel 1851) aveva l’onere di far proseguire la linea esistente spingendosi verso la costa occidentale e, le due, avrebbero dovuto incontrarsi a metà strada. (cosa che non accadde perché, la Union Pacific, supportata da un terreno più docile e dalla maggiore esperienza, iniziò i lavori prima della controparte, la quale, inoltre, riscontrò diversi problemi nella posa delle rotaie a causa del terreno montuoso.)

Al momento del fatidico incontro (neanche fossero stati due innamorati🤩)

La Union Pacific aveva costruito 1.086 miglia di ferrovia.
La Central Pacific, invece, ne aveva costruite 689.

Comunque, i due binari si incontrarono il 10 maggio 1869 a Promontory Point. (Presidente degli U.S.A. Ulysses S. Grant)

Immagine presa dal web

All’inizio ho detto che la costruzione della ferrovia fu una fonte di guadagno per gli uomini implicati ed effettivamente fu così, tanto è vero, che a guadagnare furono sia le due compagnie ferroviarie vincitrici del lavoro sia gli operai impegnati nel lavoro manuale.

#Curiosità

Come potrai ben immaginare, la costruzione di questa strada ferrata aveva un costo molto elevato, talmente alto che il Congresso (Governo) non poteva sostenere da solo, quindi, furbescamente, in seguito all’approvazione del Pacific Railroad Act autorizzarono ulteriori atti che avevano il compito di elargire grosse somme di denaro, sotto forma di prestiti, e benefit alle società incaricate alla costruzione.
Per ogni miglio di rotaia costruito in pianura davano 16.000 $. Nelle zone collinose 32.000 $.
Nelle zone montuose 48.000 $.
Inoltre, concedevano circa 20 miglia quadrate di terreno nelle zone vicine alla ferrovia.

*****

Spero che l’articolo ti sia stato utile, se così fosse non dimenticare di lasciare una faccina nei commenti e di condividerlo con chi potrebbe trovarlo interessante.

Se hai altro da aggiungere lascia un commentolo leggerò volentieri.
Alla prossima!

Io, intanto, sto andando avanti con la stesura del romanzo ambientato nel LONTANO E SELVAGGIO WEST 

7 Comments »

  1. L’espansione della frontiera verso il lontano Ovest rappresentava per gli Statunitensi una sorta di «missione divina», sulla quale fondarono gran parte della loro azione politica e militare nella parte finale dell’Ottocento. Il ricordo degli sforzi profusi nella conquista di quella frontiera, che sembrava così lontana, restò a lungo impresso nel popolo americano, tanto che Kennedy non a caso utilizzò il concetto di «frontiera spaziale» per indicare il nuovo traguardo verso il quale sarebbero dovute essere incanalate le energie della Nazione.

    Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: