Vai al contenuto

Leggere: che lavoro!😂

Carissimo/a history lover, buon momento!😂

Momento chiacchiere

Ultimamente mi imbatto spesso in articolo o post sulla scarsità di lettori in Italia, che in parte condivido. Come ho già detto, in queste altre occasioni, credo che il problema non sia la carenza di lettori in generale, penso ci sia un calo per genere.

Ti riporto parte di un mio commento lasciato su un blog che seguo.

In Italia ci sono tanti scrittori, i quali, scrivono per la maggior parte di temi inflazionati, quindi, si finisce inevitabilmente per leggere e scrivere principalmente di quei generi. Praticamente, gli altri, quelli di nicchia o meno battuti, subiscono un calo nelle vendite. Un altro problema, secondo me, è dato dalla carenza o abbondanza di recensioni. Se scrivi un genere di massa riceverai più recensioni rispetto a chi scrive argomenti di nicchia, il che influenza inevitabilmente le vendite. Attualmente, nell’era digitale, i giovani (ora parlo come mio padre) sono avvantaggiati, perché comunicano bene con i loro coetanei. Anche se nessuno lo dice, loro sono una buona parte del sostegno editoriale. Un esempio è lo youtuber o influencer di turno che pubblica un libro e vende migliaia di copie in un solo momento. (ciò significa che i lettori esistono, bisogna solo portarli alle proprie opere) [fosse facile! 😂 ]
Ma non bisogna mai arrendersi. Prima o poi giungeranno a noi come se fossero stati chiamati dal canto delle sirene.

Dopo tutto questo soliloquio ti starai chiedendo cosa c’entri il titolo e mo’ te lo spiego. 😂

Concordo con me stessa, ci sono troppi scrittori in Italia e troppi libri che stuzzicano la mia curiosità. A parte il genere… (non dire sciocchezze, non esiste) insomma, mi capita fin troppo spesso di leggere una trama e dire:
Bello! Devo leggerlo.

Indi per cui… dopo essermi persa dei titoli a mio avviso interessanti, ho deciso di programmare anche le letture. Insomma, leggere è diventato un lavoro 😂

L’organizzazione è diventata parte integrante della mia vita e ho finito per creare un file nel quale inserisco i titoli di mio interesse, così da non dimenticarli.


Quindi, come puoi notare, qualche lettore italiano c’è.


Ovviamente dire che sia un lavoro è provocatorio. Comunque, a me questa lista sta aiutando molto. Tu hai mai perso il titolo di un libro che desideravi leggere?

Domandona: Qual è il tuo genere letterario (di lettura o di scrittura) preferito?

Alla prossima!

10 Comments »

  1. Ora me la faccio anche io la tabella. Ti ringrazio sia per il link, sia per avere inserito il mio libro nella lista delle letture. Hai un bel po’ di robe da leggere.
    Sicuramente, comunque, in termini assoluti hai ragione sul fatto che tra noi giovani si comunica meglio, ma ti riporto la mia esperienza che va un po’ in controtendenza. Innanzi tutto, su WordPress conto praticamente sulle dita della mia mano i blog di ragazzi o ragazze che hanno la mia età o meno anni di me, mentre mi imbatto molto più di frequente in blog gestiti da gente più grande. Perché, essenzialmente, il copywriting è diventato qualcosa di obsoleto per la mia generazione e – SOPRATTUTTO – per quelli più piccoli. Si limitano a Instagram, a quanto pare. E questo la dice lunga sulla propensione alla lettura.
    Inoltre, nella cerchia di persone che conosco ho notato più interesse nelle persone più adulte, che hanno, di fatto, comprato il mio libro (che è di un genere che sembrerebbe più adatto ai giovani) e un (quasi) totale disinteresse da parte dei miei coetanei, nella mia cerchia di amici.

    Piace a 2 people

      • E’ un gran peccato, comunque.
        Io, ne parlavo qualche giorno fa, bazzicavo sui forum e i forum sono stati letteralmente uccisi dall’avvento dei gruppi su facebook.
        Allo stesso modo, Instagram ha ucciso i blog.
        Ormai sembra che la gente si stufi anche ad esprimere le proprie opinioni. Ci sono milioni di persone che seguono influencer o pseudo-personaggi pubblici privi di contenuti, e quasi nessuno che segue persone che di contenuti da offrire ne hanno, eccome.

        Piace a 2 people

      • Verissimo, il mio forum del 2008 è stato completamente abbandonato. Purtroppo sono cambiati gli interessi, le persone cercano principalmente uno svago, ludico, quindi se proponi qualcosa di diverso troverai poco riscontro o ti ci vorrà tantissimo tempo per farti conoscere. Io ho aperto questo blog proprio con l’intenzione di raccontare qualcosa di diverso a modo mio.

        Piace a 2 people

  2. Mi sembrano corrette le tue riflessioni…come scrive sopra Giovanni, i blog sono tendenzialmente gestati da adulti piuttosto che dai giovanissimi…ed è un gran peccato, perché dai blog si può imparare tanto, non solo a livello di nuovi libri da leggere, ma soprattutto a livello di forma mentis. I blog, infatti, ti invitano a riflettere, a commentare prendendoti il tempo che ti ci serve per argomentare le tue convinzioni…insomma, si tratta di una pratica di corretta «democraticizzazione», della quale, forse, la nostra società avrebbe oggi un gran bisogno.

    Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: