Vai al contenuto

Istantanea n. 191-192-193

Carissimi history lover, buon momento!

[191]

Vienna, primo mese del 1765
Il Sacro Romano Imperatore Francesco I osservava il volto corrucciato della figlia come se fosse un grazioso dipinto. Odiava vedere il broncio sul di lei volto ma, come ben sapeva, il matrimonio era un affare serio e come tale andava trattato.
«Maria Cristina cerca di comprendere che la mia è la scelta migliore» rinsaldò la sua opinione lanciando uno sguardo alla moglie che lo fissava accigliata.
«Lo so, padre», assicurò nonostante non ne fosse contenta, «ciò nonostante ho voluto tentare e dire il mio pensiero.»
«Immagino che il tuo ardire sia dovuto alla condiscendenza dell’imperatrice» suppose l’uomo per nulla contrariato. Amava i suoi figli e, se non fosse stato per la ragion di Stato, avrebbe lasciato a ognuno di loro la libertà di scelta.
«Non direi» s’intromise Maria Teresa, «le nostre figlie sono dotate di una intelligenza propria che poco hanno a che vedere con me.»
Francesco I di Lorena sorrise comprensivo pur senza cambiare la propria decisione. Maria Cristina avrebbe sposato Benedetto Maria Maurizio di Savoia come da sua scelta ed era certo, che niente avrebbe cambiato il suo volere.

[192]

Dresda, febbraio 1765
Francesco Saverio osservava il foglio candido davanti a sé con una nota di sconcerto. Aveva deciso di scrivere alla sua amata dopo più di un mese di silenzio, eppure, le parole non volevano saperne di uscire, erano talmente tante che avevano creato un caos assordante impossibile da districare. Persino l’apertura della missiva era difficoltosa, perché non vi era il giusto appellativo per definire colei che gli aveva rapito il cuore, inondato la mente e conquistato l’anima.
«Vostra Grazia» richiamò il valletto per l’ennesima volta e, schiarendosi la voce, riuscì finalmente a catturare l’attenzione del suo signore.
«Cosa succede?»
«Una lettera da Vienna.»
Il Reggente allungò la mano per afferrare la lettera e ammirarne il sigillo.
«Fate venire mio fratello Alberto» ordinò calmo, «questa è più per lui che per me.»
Il servitore annuì sparendo oltre l’uscio, mentre Francesco, ipotizzava l’asburgica risposta.

[193]

Dresda, febbraio 1765
Il rifiuto del Sacro Romano Imperatore fu accolto come si conveniva a uomini con il loro stile e con i loro sentimenti. Francesco Saverio lo accettò con riluttanza, infastidito dalla poca considerazione mostrata nei riguardi del suo casato, Alberto, invece, si mostrò distaccato, almeno fino a quando il fratello non volle parlarne.
«Come ti senti?» gli domandò con voce calma, rimanendo in attesa della di lui reazione. Lo conosceva abbastanza bene da sapere che la sua fosse la quiete prima della tempesta.
«Furioso», asserì fissando il reggente negli occhi, «l’effimera considerazione mostrata al nostro lignaggio è oltraggiosa.»
«Sei sicuro che il tuo malcontento sia da attribuire al rifiuto in sé e non al tuo orgoglio ferito?»
«Non sono un bambino, Francesco» si difese con veemenza, sentendo tuttavia il fuoco della delusione vibrargli nel petto.
«Lo so, ma non ci sarebbe nulla di male se ne fossi rimasto ferito», spiegò cauto, «ricordo bene le tue parole riguardo l’arciduchessa Maria Cristina.»
«Non verserò lacrime per una donna», chiarì Alberto balzando in piedi, «se non mi vogliono peggio per loro e per lei. Non troverà mai un altro disposto a offrirle ciò che le avrei dato io» concluse e, girando sui talloni con un gesto stizzito, uscì dalla studio fraterno, lasciando quest’ultimo confuso e fortemente inquieto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: