Vai al contenuto

Scrivere o non scrivere, questo è il problema

Carissimo/a history lover, buon momento!

Oggi sono chiacchierina.
Stavo parlando con alcune persone e, tra un quesito e un’affermazione, è saltata fuori una frase che mi ha fatto riflettere: io non le scrivo perché non so cosa scrivere.

Stavamo parlando di recensioni o, come preferisco dire, commenti /pareri.

Da autrice, che fatica a ricevere commenti su Amazon a prescindere dalle letture, ho cercato di far capire l’importanza che hanno per noi autori.

La recensione non è solo una gratificazione per noi artisti della parola, è un supporto tangibile.

Il problema, da quello che mi è parso di capire, è che le persone temono di scrivere qualcosa di sbagliato.

Ma perché?????????

Quello che mi preme dire con questo post, è che un commento, postato su Amazon o sul web, altro non è che un parere. Come il consiglio dato a un amico. Ti ricordi il famoso: Sai cosa ho letto? Dovresti leggere X (titolo libro) perché mi è piaciuto.

Non servono grosse analisi e giri di parole. (Non siamo mica critici letterari) Basta essere onesti. Io per prima non scrivo poemi, ma quelle poche righe, a volte, hanno invogliato qualcuno a cliccare sul link d’acquisto. Se poi l’autore abbia venduto o meno non mi è dato saperlo, ma sono felice di poter aiutare.

Perché le recensioni (che parolona) aiutano l’autore?

Un libro che ha tante recensioni, entra più facilmente tra i libri consigliati. (su Amazon)

Molte recensioni positive invogliano gli altri lettori all’acquisto del libro recensito.

Inoltre

Se non è possibile lasciare un commento su Amazon perché si è nel giro da poco tempo, si può sempre scrivere due righe sul profilo social. (proprio come il vecchio consiglio fatto ad un amico) E quelle poche righe magari invoglieranno qualche conoscenza a leggere.

Quindi, non temere di scrivere una recensione, a volte basta davvero il perché ti è piaciuto.
P.S.: Lasci le recensioni? Se non le lasci dimmi il perché?
Alla prossima!

15 Comments »

  1. Il fenomeno di cui hai parlato secondo me concerne l’ambito dei libri.
    Un libro é “difficile” da recensire per un utente di una piattaforma, richiede un certo sforzo, un impegno a trasmettere qualcosa di concreto.
    Lo stesso discorso non vale per tutti gli altri tipi di recensioni.
    Basta fare un giro su Amazon per capire la situazione.
    Inoltre, le recensioni dove i prodotti acquistati sono costosi oppure riguardano il mondo videoludico sono solitamente molto severe, perché il cliente si aspetta il massimo dal prodotto

    Piace a 2 people

  2. Sono sempre stata una di quelle lettrici che non lascia recensioni, un po’ perché quando ho iniziato ad essere una lettrice non c’erano tutte queste piattaforme dove lasciarle… Poi anche perché, come dici tu, a volte le persone tendono a pesare “cosa potrò mai dire di utile?”. Purtroppo sì è tanto insicuri, soprattutto in questo settore qui, dove molti si sentono già arrivati.
    Negli ultimi tempi, però davvero da poco, sto iniziando a lasciare i miei pareri (appunto anche io non amo chiamarle recensioni) anche se non lo faccio su Amazon perché non compro di solito lì i libri… Concordo che per un autore sia importante, perciò mi sto sforzando di lasciarle e, con un po’ di tempo, passerò a lasciarle anche ai libri letti in passato (quelli che mi sono piaciuti). Grazie per questo articolo, è importante anche ogni tanto parlare dei vari punti di vista

    Piace a 1 persona

    • Ciao Chiara e grazie per essere passata. In realtà ti capisco, anche io per un periodo, non ne ho fatte e per le tue stesse ragioni, poi, quando ho capito che potevano bastare due righe sincere, ho abbandonato la reticenza. 😀 Vero anche, che non affonderei mai un altro autore, quindi, nel caso in cui io dovessi trovare un libro, per me illeggibile, eviterei di lasciarla.

      Piace a 1 persona

  3. Il problema di una recensione è che richiede – anche nella forma che tu suggerisci, ossia semplice e breve – una certa capacità critica. Immagina cosa accadrebbe se un lettore, spaventato dal numero delle pagine di un dato romanzo, si limitasse a commentare con due parole: «Troppo lungo». Sarebbe avvilente, sia per il lettore che per lo scrittore. Allo stesso modo, recensioni positive, ma poco approfondite, possono risultare certamente piacevoli sul momento, ma, alla lunga, non risultano costruttive. Se io commento un romanzo affermando che «è molto carino», (o frasi analoghe) non sono molto d’aiuto nei confronti dello scrittore. Sarà per questo che i miei commenti sono spesso molto lunghi…scherzi a parte, scrivere una recensione richiede una certa dose di critica costruttiva che purtroppo non tutti hanno (o non tutti esercitano)…

    Piace a 2 people

    • Certo le critiche costruttive sono utilissime e le apprezzo quando capitano. Quello che volevo dire è che a volte un lettore è solo un lettore, ovvero un appassionato con una certa conoscenza ma che si basa anche sul gusto personale. Nel senso: Harry Potter è stato un successo mondiale, eppure, ci sono persone che non lo hanno mai letto o non lo hanno amato. A volte una recensione o un commento è solo un gusto personale quindi può essere espresso con modo e senza paranoie

      Piace a 1 persona

      • Indubbiamente…il problema è che il meccanismo di recensione, purtroppo, può essere frustante per chi lo scrive e per chi lo riceve. Sono d’accordo con te che sia importante esprimere il proprio gusto senza essere profondi conoscitori della materia trattata in un romanzo…tuttavia, come ben sai, considerati gli sforzi che un autore ci mette nella sua scrittura, dovrebbe meritare commenti articolati, sia nel bene che nel male

        Piace a 1 persona

    • Sì, ho parlato di quelle positive perché gli “stroncatori”😊 passami il termine, si fanno meno problemi a pubblicare un commento. Comunque, parlando di recensioni negative, ci sarebbe da fare una distinzione tra quelle costruttive e quelle nate solo per affossare l’autore

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: