Vai al contenuto

La prima ferrovia italiana

Carissimo/a History lover, buon momento!

A distanza di anni c’è ancora chi mi chiede perché scrivo di periodi e personaggi storici meno noti e in voga, bene, la risposta sta proprio nella domanda. Io desidero raccontare, nel mio piccolo e in modo piacevole, la vita e le opere di coloro che sono passati un po’ inosservati.
Carlo Sebastiano di Borbone in primis (un esempio del suo regnare lo trovi in questo articolo e vorrei che lo leggessi, perché così capirai cosa intendo😊.)

Tuttavia, l’articolo di oggi si sposta sulla sua discendenza. Ci troviamo, infatti, nel XIX secolo sotto il regno di Ferdinando II di Borbone – Napoli.

Tanto per rendere chiaro il legame familiare con Carlo, ti posso dire che:
Ferdinando II di Borbone-Napoli era figlio di Francesco I di Borbone – Napoli e di Maria Isabella di Borbone – Spagna.

Sei pronto a sgranare gli occhi, disgustato/a?🤢

Devi sapere che Francesco I e Maria Isabella erano cugini di primo grado. [capirai la novità, a quei tempi i matrimoni in ambito familiare erano la normalità (servivano per mantenere saldo il potere del Casato) e, anche quando sembrava non esserci un legame di parentela, esso spuntava con una semplice ricerca sulla ascendenza.)
Indi per cui…
Entrambi i genitori di Ferdinando II erano figli di un figlio di Carlo di Borbone e di Maria Amalia Wettin.

Nel dettaglio:
Francesco I, re delle due Sicilie (il regno delle due Sicilie fu costituito nel 1816, prima il regno Napoli e di Sicilia erano separati) era figlio di Ferdinando I di Borbone-Napoli (figlio di Carlo e Amalia) e di Maria Carolina d’Asburgo-Lorena (sorella di Maria Antonietta e Co.)

Maria Isabella di Borbone – Spagna (regina consorte del regno delle due Sicilie) era figlia di Carlo IV di Borbone – Spagna (figlio di Carlo e Amalia) e di Maria Luisa di Borbone – Parma (figlia di Filippo, fratello di Carlo.)

Tutto chiaro?

Durante il regno di Ferdinando II, accadde, proprio come era accaduto con i suoi predecessori, una innovazione interessante e capace di dare lustro al suo regno.

Era il 3 ottobre 1839 quando fu inaugurato il primo tratto italiano della Ferrovia (Napoli-Portici con doppio binario e una lunghezza di 7,25 KM.)

Il giorno dell’inaugurazione il re disse: Questo cammino ferrato gioverà senza dubbio al commercio e considerando come tale nuova strada debba riuscire di utilità al mio popolo, assai più godo nel mio pensiero che, terminati i lavori fino a Nocera e Castellammare, io possa vederli tosto proseguiti per Avellino fino al lido del Mare Adriatico“.

#Curiosità

Il progetto della linea ferroviaria fu di un ingegnere francese, Armando Bayard de la Vingtrie, il quale si offrì di costruirla a sue spese in cambio della sua gestione per i futuri novantanove anni.

Secondo l’opinione comune di quel periodo, il regno delle Due Sicilie sembrava ancora il più interessato al progresso.

Il progetto della ferrovia prevedeva una linea di collegamento da Napoli a Nocera con una diramazione per Castellammare.

I lavori cominciarono l’8 agosto 1838.

Il Re approvò la concessione con un decreto del 19 giugno 1836.

Il 3 febbraio 1838 ci fu una modifica alla concessione che diminuì gli anni da 99 a 80.

Il 19 aprile 1838 ci fu un’ultima modifica. La nuova concessione stabiliva che dopo gli 80 anni la proprietà sarebbe tornata allo Stato e al re.

Spero che l’articolo ti sia piaciuto, se così fosse, non dimenticare di lasciare una faccina nei commenti e di condividerlo con chi può essere interessato/a.

Sapendo queste cose, non pensi anche tu che meritassero di essere raccontati? Alla prossima!

Nel caso volessi. I miei romanzi sui Borbone li trovi qui:
Filippo V: La vita del primo Borbone di Spagna

Carlo e Maria Amalia: un amore reale

2 Comments »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: