Vai al contenuto

Istantanea n. 212-213-214

Buon inizio settimana!

[212]

Dresda, 9 marzo 1765
Dopo quelle ultime parole di conforto, Chiara si osservò un’ultima volta al fine di approvare il riflesso. L’abito che vestiva era il più bello che avesse mai indossato, partiva dal fondo con un colore ocra intenso per digradare con tonalità più chiare, mentre il corpetto era di un rosa pallido con inserti floreali color oro.
I capelli castano, morbidi e lucenti, erano stati raccolti in una semplice acconciatura alta, impreziosita da un sottile cordoncino in oro.
Gli occhi brillarono di approvazione e fu lo stesso che lesse nello sguardo materno. Sorrise nel riflesso.
«Ora dobbiamo proprio andare», sentenziò la madre con garbata risolutezza e, senza aggiungere altro, la precedé nell’uscita.

[213]

Dresda, 9 marzo 1765
La cappella nella quale si sarebbero svolte le nozze era piccola e sconosciuta, ma per l’occasione era stata decorata con talmente tanto gusto che, al solo guardarla, esprimeva in pieno il delicato sentimento che univa i due giovani sposi. Chiara si fermò poco fuori dall’uscio per dare uno sguardo all’interno e scoprire, suo malgrado, che non vi fossero spettatori a quell’evento. Il vedere i banchi vuoti le adombrò il cuore palesandole l’ovvio: nessuno avrebbe mai accettato quella unione. Quella consapevolezza le animò le gambe spingendola a fuggire via e a salvare entrambi da quel chiaro errore, ma le bastò scorgere le spalle dello sposo accanto al banco, in attesa, per veder svanire ogni ostile ritrosia.

[214]

Dresda, 9 marzo 1765
Quando Chiara fece il suo ingresso non partì alcuna musica, ma ugualmente si sentì spinta in avanti dal ritmo del suo cuore che accelerò quando vide gli occhi del promesso su di sé, caldi e comunicativi come solo loro sapevano essere. Nello scorgere le iridi castane della donna, Francesco Saverio si sentì sopraffatto dall’emozioni , tanto che non poté nascondere quel sorriso spontaneo che gli aveva modellato la bocca. Nonostante il clima avverso, non desiderava altro che sposare Chiara e vivere quell’amore nella grazia del Signore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: