Vai al contenuto

Blog Tour *Secretum – Il codice L*: Intervista

Carissimo/a History lover, buon momento!
Come sai, di solito non faccio blog tour, ma mi è stato chiesto di partecipare dal blog Thriller storici e dintorni e, vista l’opera, che ho avuto modo di leggere e apprezzare, l’ho fatto volentieri.
Ho il piacere di presentarti l’autore, quindi, buona lettura!😊

La grande galea, vanto dell’Arsenale veneziano, avanzava con le vele maestre orgogliose e rigonfi e: sembravano sospirare a ogni sobbalzo dello scafo sull’acqua che faceva gemere e scricchiolare le strutture interne in tutti i suoi quaranta metri di lunghezza, ma gli uomini continuavano a sospingere con decisione verso la loro destinazione: Venezia. Erano partiti dal Ducato di Candia, nell’Isola di Creta, con l’incarico di portare in patria spezie e tessuti orientali. Tuttavia, tra i galeotti, i detenuti addetti alla voga, circolava voce che vi fosse una cassa particolare, guardata a vista da un manipolo di soldati e denominata CARICO SPECIALE, destinato al Doge Lorenzo Loredan. Qualcuno di loro l’aveva vista e aveva sentito gli armigeri parlarne sottovoce, menzionando qualcosa di prezioso, forse un tesoro.

Estratto da: SECRETUM, Il codice L

Buongiorno, Pierluigi, si descriva in poche parole.

Buongiorno a lei e ai lettori. MI descriverei come uno studioso di storia, un curioso di ogni cosa a dire il vero, appassionato di astronomia, scienza in genere, che ama scrivere thriller, oltre che saggi. In realtà ho un campo d’azione molto ampio, dai format per la TV ai giochi di ambientazione, dalle sceneggiature per il cinema a tanti altri progetti. Sono un creativo compulsivo, che utilizza le sue competenze scientifiche al servizio della fiction con il chiodo fisso dell’Intelligent Enterteinment, imparare divertendosi.

La sua opera è: Historical novel? Historical romance? Historical fantasy? O altro da specificare?

Ė un nuovo genere letterario, l’ho chiamato Citybook Thriller©, ovvero un thriller che funge da guida turistica, con lo scopo di divertire il lettore precipitandolo in un plot all’ultimo respiro completamente basato su storia, cultura, addirittura la cucina i modi di dire, il carattere della gente locale: se vai in vacanza in questo caso in Riviera Romagnola, che sia Riccione, Cesenatico, Rimini, Ceena, ecc., con SECRETUM – Il Codice L vivi una bellissima avventura nei luoghi della vacanza e ti imbatti in segreti e misteri di cui non sospettavi l’esistenza. Tutto basato su eventi reali e documenti e fonti accurate. Mentre cammini in città ti rendi conto di cosa accadde tra quelle mura o in quella strada, e acquisisci conoscenze che ti immergono sempre di più nell’atmosfera unica di queste zone.

In quale anno è collocato il suo romanzo?

Come nei miei thriller si parte sempre dal passato, idealmente il 1502, quando Leonardo Da Vinci trascorse l’estate in Romagna al servizio del conquistatore Cesare Borgia per poi attraversare i secoli in una narrazione alternata tra il presente e il passato che rende il tutto più dinamico.

Perché ha deciso di ambientare il suo romanzo in questo periodo storico?

Quest’anno si celebra il cinquecentenario della morte di Leonardo Da Vinci: avendo lavorato a Cesenatico, la città dove sono nato, e in Romagna in Genere, mi è sembrata una bella idea: devo dire che ha avuto un eccezionale successo: il distributore lo avrebbe fatto uscire a fine settembre ma ha concesso a due librerie a Cesena e Cesenatico di venderlo in anteprima per le celebrazioni del cnquecentenario. Ė andato a ruba, tanto da dover organizzare varie presentazioni e anche visite guidate nella Cesenatico di Leonardo.

Trama del sua opera?

CITY BOOK thriller = La nuovissima alternativa ad una guida turistica. Visita la Riviera e le sue città più famose, scopri la sua storia e immergiti nei suoi segreti sulle tracce dei protagonisti nelle loro appassionanti indagini.

Cesenatico, 6 settembre 1502

Leonardo da Vinci comincia il lavoro di ricognizione e misurazione del porto-canale commissionatogli al castello di Cesena da Cesare Borgia. Qui entra fortunosamente in possesso di una serie di pergamene e mappe scampate a un naufragio, contenenti informazioni e disegni per comprendere il cosiddetto Secretum.

Rimini, oggi

Coinvolto in un misterioso caso tra Londra e Cesenatico riguardante l’assassinio di un informatore, il commissario capo Elia Laghi porta alla luce inquietanti risvolti sulla storia locale. Una misteriosa lettera indirizzata a George G. Byron da Percy B. Shelley durante il loro soggiorno a Ravenna, apre la via a una incredibile serie di ricerche relative al cosiddetto Secretum, che a Villa Diodati, sul Lago di Ginevra, Shelley, Byron, J. W. Polidori e i loro amici tenteranno di indagare nella tempestosa notte del 16 giugno 1816 in cui vide la luce Frankenstein, o il Moderno Prometeo.

Intanto, gli amici del commissario, la giornalista Nicole Bellini, lo storico e scrittore Piergiorgio Roversi, Rita e Roger Ashton, ex docenti di letteratura inglese e storia all’Università del Surrey, si muoveranno tra Inghilterra, Francia e una Romagna sconosciuta, ma reale, alla scoperta del più grande segreto di Leonardo Da Vinci.

Per la prima volta fanno la loro comparsa gli Irregulars del Cafè des Artistes, il gruppo di nerd ed esperti hacker che lavorano nei sotterranei del famoso locale di Cesenatico, e altri personaggi ispirati alle loro controparti reali. Scienza di frontiera, enigmi del passato e del presente si fondono in una trama avvincente all’ultimo respiro nell’appassionante stile narrativo di SECRETUM – Il Codice L.

Quali sono i pregi e i difetti del suo protagonista?

In realtà i protagonisti sono diversi, volevo rappresentare l’anima della gente romagnola e ho dovuto inserirne diversi: si va dal positivissimo Ispettore Elia Laghi e del suo braccio destro, lo storico Piergiorgio Roversi, entrambi grandi persone positive che combattono battaglie personali e sociali. Ci sono poi gli Irregulars del Cafè des Artistes, veri nerd e maghi dell’informatica che riuniscono nella “cripta” sotto all’omonimo locale di bikers. C’è Nicole Bellini, la giornalista trasferitasi a Cesenatico e operatrice di una vera e propria rivoluzione culturale. C’è la coppia di ex docenti universitari inglesi Rita e Roger Ashton, simpaticissimi nel loro essere inglesi che assimilano piano piano le caratteristiche della gente del luogo. Tutti questi e anche altri sono ispirati dalle loro controparti reali: come la storia si basa su fatti accaduti, i personaggi esistono nella realtà. Sono positivi ma evidenziano anche caratteristiche che li rendono semplicemente umani, con tutti i difetti del caso, ma essenzialmente rimangono positivi. Direi forti personalità che proprio per questo evidenziano difetti da persone comuni. Ma conoscendo le persone reali tutto risulta molto simpatico.

Diamo uno sguardo alla cover.

Cover

Dove si può acquistare?
Sul sito Amazon

Per la gioia dei lettori del blog facciamo due chiacchiere di Storia. 

Quali sono secondo lei i punti di forza di questo periodo storico?

L’epoca di Leonardo è un periodo di distacco dal medioevo e dalla sua cultura chiusa nei monasteri: l’umanesimo spinge i migliori letterati alla ricerca di un contatto con il mondo classico perduto e la sua saggezza, in molti casi legata all’ermetismo e al fascino che testi segretamente occultati all’interno delle biblioteche ecclesiastiche esercitavano. Leonardo vive con un piede nell’umanesimo e con l’altro nel Rinascimento dove l’uomo scopre di essere molto meglio di quanto il medioevo e la Chiesa lo costringeva ad essere ed è quindi lanciato verso il futuro, a un passo di distanza da Galileo. Ė un periodo straordinariamente fecondo per le arti e la scienza che trova qui i suoi primi

Quali sono secondo lei i punti deboli di questo periodo storico?

Beh, emergono sempre i lati peggiori dell’uomo, dalla violenza al tentativo di chiudere la mente a chi voleva comprendere la natura dell’universo, di Dio e dell’uomo.

Qual è il personaggio storico presente in questo periodo che apprezza e perché?

Potrebbe sembrare scontato ma non lo è: Leonardo Da Vinci. Per scrivere questo romanzo mi sono documentato molto, e devo dire che ho scoperto un Leonardo diverso dalla figura classica: era un vero simpaticone: nei suoi vestiti coloratissimi ed eleganti allietava con barzellette intere corti che ridevano a crepapelle. Nonostante la sua grandezza e cultura enciclopedica rimaneva una persona modesta: dotato di una innata gentilezza caratteriale era considerato un bellissimo uomo per l’epoca, alto e aggraziato, eppure era sempre gentilissimo con chiunque anche nei confronti dei più umili del popolo. Era contraddistinto da una una insaziabile curiosità e soprattutto, cosa che me lo ha reso davvero caro, era alla ricerca del più grande Secretum, qualcosa che si approfondirà nel thriller e ha portato a una conferenza nell’agosto di quest’anno al Museo della Marineria di Cesenatico, con il prof. Davide Monda (Università di Bologna) e il sottoscritto.: “Leonardo e l’Anatomia dell’Anima” (L’intera conferenza/dialogo a questo link; https://youtu.be/kUJ-qf_itPg). Gli ultimi studi rivelano che Da Vinci era alla ricerca di unsegreto di grande importanza che idealmente lo avvicina alle tematiche di Mary Shelley, Byron e Percy B. Shelley.

Qual è il personaggio storico presente in questo periodo che detesta e perché?

Pur senza detestarlo personalmente (è necessario prendere le distanze da qualunque fenomeno storico che si studia, senza farsi influenzare da emotività o preconcetti) emerge anche chiara dai documenti dell’epoca e le testimonianze storiche la figura di Cesare Borgia: questa famiglia è stata per secoli circondata da una sinistra fama, ma la realtà dei fatti è piuttosto differente, non erano ne peggio né meglio degli altri signori dell’epoca, molto di quanto è stato riportato è stato volutamente appesantito dalla storiografia dell’epoca, avversa ai Borgia. Comunque la sua figura è davvero poco piacevole, un uomo divorato dalla volontà di potenza, il cui unico obbiettivo era la conquista di nuovi territori e nuove fonti di ricchezza, senza trascurare il sollazzo che la sua posizione poteva permettergli, figlio di un papa – re spagnolo, ed egli stesso nobile di Francia. Fondamentalmente era figlio di un’epoca violenta di cui incarnava perfettamente i valori negativi, come, d’altronde, i suoi avversari.

Quale evento secondo lei è stato significativo per tale epoca?

Ritengo che la conquista della Romagna nel 1502 sia stato uno spartiacque: nel giro di un anno i Borgia conquistarono enormi territori ma fu soprattutto la morte di Papa Alessandro VI Borgia, padre di Cesare e Lucrezia, avvenuta il 18 agosto 1503, a segnare la fine di un epoca e l’ascesa al soglio pontificio di un nuovo papa avverso alla famiglia Borgia, con conseguenze molto pesanti.

Ringrazio Pierluigi per essere stato qui e per averci parlato un po’ della sua opera e del periodo storico trattato. 
Per ora le faccio i miei complimenti e in bocca al lupo!

Tu che leggi da casa cosa ne pensi? Se volessi lasciare un saluto, io e Pierluigi ne saremmo felici e ricorda: se ti è piaciuto quello che hai letto, puoi condividere e sarebbe perfetto.

Alla prossima!

Se desideri dare uno sguardo alle tappe precedenti:
Thriller Storici e dintorni
Il mondo incantato dei libri
Piume di carta

1 commento »

  1. Idea interessante, complimenti all’autore sia per l’idea che per l’estratto.
    Leonardo è sicuramente un personaggio tutto da scoprire, un po’ come tutti quelli del passato che cadono nell’ombra o vivono di stereotipi e credenze.
    Domanda:
    Mi è sembrato di capire che questo non sia il primo libro, cosa ha scritto? Sempre storici? Se sì, in che epoca? Grazie.
    In bocca al lupo per la pubblicazione.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: