Vai al contenuto

Dickinson: parliamone

Carissimo/a History Lover, buon momento!

Oggi ti parlo della serie televisiva statunitense, andata in onda dal primo novembre sul canale privato Apple TV+, dal titolo: Dickinson, ispirata alla poetessa Emily Dickinson.

Cover serie tv

Schema riepilogativo:
–  Ambientazione: XIX secolo.
– Location: Amherst, Massachusetts.   
– Protagonista femminileEmily Dickinson, figlia secondogenita di una famiglia borghese. Nella serie Emily ci viene presentata come una giovane affascinante, persino estroversa, sicura di sé e temeraria. Insomma, molto moderna. 🤔 
– Protagonista maschile: Non c’è un vero e proprio protagonista, ci sono due personaggi maschili che fanno da contorno.🤔 George😊 e Ben😍.
😥😞🤐
– Co-protagonisti: Ce ne sono diversi. Tutti i membri della famiglia Dickinson hanno un ruolo nel narrato e “l’amica del cuore” di Emily Sue Gilbert.🤔

Trama:
La serie racconta in chiave molto romanzata, raggiungendo apici di follia benevola e divertente, un pezzetto della vita della poetessa Emily Dickinson.

Inizio dalla fine.
Nonostante sia una serie sopra le righe e poco fedele al personaggio di Emily Dickinson (perlomeno da quel che si racconta) a me questa è piaciuta.

Come ho già detto in altre occasione, di solito, quando guardo uno sceneggiato storico, cerco sempre di godermi l’ambientazione e i dialoghi un po’ forbiti, che mi piacciono tanto, senza cercare il pelo nell’uovo🤣 (a meno che non ci siano castronerie assurde oppure l’opera si sia volutamente spacciata per fedele alla verità).

Ancor prima di cominciare a guardare la serie, avevo letto che fosse una commedia liberamente ispirata alla poetessa e con dei chiari richiami alle tematiche dei giorni nostri, quindi, questo ha fatto sì che abbassassi le mie aspettative storiche.


Indi per cui… ciò che verrà prendetelo per quello che è, ovvero, il mio parere.

La serie è assolutamente sopra le righe. Ci sono anacronismi e assurdità di vario genere
(tipo una coppia in posizione compromettente che si sbaciucchia in salotto a porte aperte. Ma c’è di peggio, non lo dico per non rovinarvi lo spettacolo)🤣

La Emily esuberante della serie si discosta da quella schiva della realtà storica. Quella dello sceneggiato, infatti, potrebbe essere una giovane dei giorni nostri, di quelle che sanno cosa vogliono e fanno il possibile per ottenerlo. Intrigante, affascinante, disinibita, insomma, molto diversa da come immagino una donna della prima metà del XIX secolo.

Ci sono molti elementi che mi hanno lasciata con il fiato sospeso. (non per la suspense, ma perché mi sembravano completamente fuori contesto)

Tuttavia, non so perché, ma a me è piaciuta.

In realtà lo so il perché. La sua volontà di voler fare la scrittrice. Il suo impegno per diventarlo. Il suo orgoglio nell’esserlo. (mi sono immedesimata parecchio😍)
Per non parlare anche dell’assistente del padre. La sua presenza ha dato un senso a tutto il resto.💏
(non dico altro, così se volete vedere la serie non vi ho rovinato nulla. Anzi, se lo fate fatemi sapere il vostro parere. E se l’avete vista parliamone che ne ho bisogno😂.

Scena dalla serie

Quanto mi è piaciuta:   👑👑👑👑

Spero che l’articolo ti sia piaciuto, se così fosse, non dimenticare di dirmi la tua nei commenti
Alla prossima!

2 Comments »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: