Vai al contenuto

Coppie reali: I vizi e le virtù

Carissimo/a history lover, buon momento!

Ecco il secondo appuntamento con la nuova rubrica:
Coppie reali🥰

Curiosi?

Spero proprio di sì. 😉

1) I VIZI E LE VIRTÙ di questi sovrani (1714-1746)

«Filippo di Borbone nacque a Versailles il 19 dicembre del 1683 e morì a Madrid, il 9 luglio del 1746. Figlio di Luigi, il Gran Delfino e di Anna Maria di Baviera, Filippo fu duca d’Angiò per diritto di nascita e re di Spagna per una serie di lunghissime vicissitudini. (se vuoi c’è il libro completo su Amazon) Ebbe un’infanzia tranquilla tra le residenze francesi, dedicata principalmente all’apprendimento delle tecniche di caccia (attività molto amata dai Borbone) e delle regole consone a un giovane con il suo stile. Disinteressato alla vita politica e incline al divertimento, visse spensierato fino a diciassette anni alla corte del nonno Luigi XIV, ovvero,fino al fatidico giorno in cui il rango mutò ed ebbe inizio la sua nuova vita. Per merito o colpa di un volere superiore dunque, egli sposò in prime nozze la principessa Maria Luisa di Savoia, figlia dell’allora duca Vittorio Amedeo di Savoia e di Anna Maria d’Orleans. Fu una marito devoto e appassionato. La coppia ebbe quattro figli maschi. A causa della morte della prima moglie e per merito di solerti intrighi, sposò in seconde notte la principessa Elisabetta Farnese, figlia del duca di Parma e Piacenza Odoardo e di Dorotea Sofia di Neuburg. Per lei fu un marito sottomesso, affezionato e appassionato. La coppia ebbe sette figli. Come genitore, fu un padre distante.»

VIRTÙ: 
-La meritocrazia;
-La fedeltà;
-La Fede.

VIZI: 
-La lussuria;
-La caccia;

SEGNI PARTICOLARI:
Particolarmente volubile.
(verso la fine rasentava la follia)

«Elisabetta Farnese nacque a Parma il 25 ottobre del 1692 e morì a Aranjuez, 11 luglio del 1766. Figlia del duca ereditario di Parma Odoardo Farnese e di Dorotea Sofia di Neuburg, Elisabetta fu principessa di Parma e Piacenza per diritto di nascita e regina di Spagna per matrimonio. Ebbe un’infanzia serena tra le campagne parmensi, dedicata principalmente all’apprendimento delle arti consone a una giovane con il suo stile. Non era particolarmente bella, a causa delle cicatrici dovute al vaiolo che le deturpavano il volto e, per tale ragione, partecipava di rado alla vita mondana, inducendo i più a credere che avesse un carattere timido e remissivo. Tale credenza, aiutò l’abate Alberoni, emissario del duca di Parma Francesco Farnese (zio di Elisabetta, fratellastro del di lei padre e patrigno, in quanto secondo marito della madre), a perorare la causa di Elisabetta, descrivendola al consiglio di Spagna come una giovane docile, interessata solo al cibo. Questa rappresentazione si era resa necessaria perché la corte spagnola desiderava per il re di Spagna Filippo V una moglie che fosse malleabile e disinteressata ai giochi politici, insomma, diversa dalla precedente. Elisabetta, comprese subito l’esigenza di mostrarsi tale e così fece fino a quando non fu regina. Per merito di un volere neanche troppo superiore, quindi, sposò Filippo V di Spagna, figlio di Luigi, il Gran Delfino di Francia. Fu una moglie attenta, una madre interessata al futuro dei propri figli ma, ancor più, fu una regina scaltra e capace. La coppia ebbe sette figli.»

VIRTÙ: 
-La lungimiranza;
-L’astuzia;
-La fedeltà.

VIZI: 
-La golosità;
– Tessere intrighi
.

SEGNI PARTICOLARI:
Cicatrici sul volto e sulle braccia causate dal vaiolo.

Spero che l’articolo ti sia piaciuto, se così fosse, non dimenticare di lasciare una faccina nei commenti e di condividerlo con chi può essere interessato/a.
Alla prossima!

1 commento »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: