Vai al contenuto

Scrivere: il mio segreto per non lasciare qualcosa indietro

Carissimo/a content writer, writer o aspirante tale, buon momento!😊

Ieri, sulla mia pagina FB, ho pubblicato la foto della rilettura di un mio romanzo storico che attende di venire alla luce e, a quel punto, ho ricevuto una domanda: come fai a fare tutte queste cose?🤔 (per tutte queste cose si riferisce principalmente al lavoro di content writer, alla ricerca per il nuovo History life’s moments su Eva Sophie von Fersen, alle schede di valutazioni terzi, alla rilettura del mio libro, al blog, alla scrittura e alle P.R.)

Ovviamente la risposta è semplice e non è neanche tanto assurda o speciale. Io, non faccio altro, che organizzare la mia giornata.

Tempo fa, in un articolo sui progetti online, consigliavo la pianificazione. (Leggi qui) Ebbene, è solo grazie alla programmazione che riesco a tenere tutto sotto controllo.
Le mie giornate non sono un: vediamo cosa ho voglia di fare.
Sono:
adesso cosa devo fare.

Il punto è che:
Ai clienti servono i testi quando ne hanno bisogno.
Agli scrittori necessitano le schede il prima possibile per poter lavorare sulla loro opera.
Ai lettori servono le storie per potersi svagare.

Ai fruitori del blog servono gli articoli per poter curiosare nella storia.
A me serve quanto sopra per poter stare bene.

Indi per cui… la mia giornata è suddivisa in aree o impegni di lavoro.

#Curiosità
Io ho un’agenda che compilo il giorno o i giorni prima, a seconda di quello che devo fare, in modo da non dimenticarmi. Suddivido preventivamente le ore, tenendo un’ora di buco tra una cosa e l’altra in caso di necessità.
Sotto per esempio, puoi vedere il 17 dicembre compilato ad oggi, ovviamente si riempirà con il passare dei giorni. 🙂

17 dicembre

Un certo Stephen King, non so se lo conosci 😉, ha dichiarato di obbligarsi a scrivere un tot. di parole al giorno, tutti i giorni. (mi sembra 10.000) Confermando che, finché non le ha scritte, non si ferma. Resta concentrato sul suo obiettivo.

Siccome è uno degli scrittori contemporanei più prolifici e incredibili, direi che il suo sia un consiglio più che azzeccato.

Bisogna essere organizzati, costanti e concentrati.

P.S.: nel post di ieri ho detto anche che per oltre un anno ho abbandonato la correzione dello storico su Maria I.
Purtroppo, questo è accaduto a causa di un blocco personale, dovuto a motivi personali. Ma ora sto rimediando.

In definitiva, prova questo metodo e vedrai che ti aiuterà a non lasciare niente indietro.

Alla prossima!

6 Comments »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: