Vai al contenuto

Balder: dio della benevolenza e della luce

Carissimo/a history lover, buon momento!

Siamo giunti al ventiquattresimo appuntamento con *Lo sapevi che – Vichinghi* 

Oggi torno a parlare della mitologia norrena, puntando tutta la mia attenzione sul dio BALDER. Pronto/a? 

*****

Balder, Baldr o Baldur, era il dio della verità, della benevolenza e della luce, nonché uno degli dèi più amati dagli esseri umani. (forse il più amato) 

Di codesto uomo divino non si hanno eccessive notizie, pare però, che fosse figlio del leggendario dio Odino e della dea Frigg (per alcuni Freya) ed era un Asi (ovvero, un dio superiore)

Nell’immaginario collettivo Balder è un uomo bruttino, dalla barba lunga e con un pessimo carattere. [questo è il dio mostratoci dal gioco God of war. (nel gioco si chiama Baldur ed è cattivo) Continua a leggere.]

Immagine presa dal web

Oltre alla sua rappresentazione di uomo pazzo e sadico, data dal videogioco, Balder è anche altro.

Come ho detto all’inizio e, per onor di cronaca, il dio Balder era visto dai suoi fedeli come il dio della benevolenza, della verità e della luce (ho trovato un’immagine su internet bellissima che sembra darne una valida figurazione) infatti, per alcuni Balder è la versione norrena del dio Apollo, in quanto pare che egli avesse un legame stretto con il Sole. Si racconta che brillasse di luce propria. Egli era il più bello fra tutti gli dèi.

Immagine presa dal web i diritti sono dell’autore

Nonostante il bel disegno soprastante e l’orribile raffigurazione del videogioco, è bene precisare che secondo la mitologia norrena questo dio avesse capelli lunghi e bianchi come la neve e che fosse bellissimo. (forse l’ho già detto😂) comunque, si potrebbe dire che fosse molto somigliante a Geralt di Rivia. (saga The witcher)

La versione pura e idilliaca di Balder si scontra con quella bruta del videogioco, tuttavia, pare che il caro dio splendente avesse un animo guerriero e fosse abile con la spada.

Curiosando su questo dio sono saltate fuori diverse curiosità, ma ve ne riporto alcune.

La prima è che fosse realmente avvezzo alla guerra. Benevolenza quanto vuoi, ma non disdegnava uno scontro.

Di lui si dice che fosse sposato con la dea Nanna (che morì di dolore alla morte di Balder. Leggi qui) e che fosse il padre di Forseti (dio della giustizia).

Balder è il dio da cui deriverebbe la leggenda del bacio sotto al vischio.

*****

Spero che l’articolo ti sia stato utile, se così fosse non dimenticare di lasciare una faccina nei commenti e di condividerlo con chi potrebbe trovarlo interessante.

Se vuoi scoprire altre curiosità vichinghe con un romanzo:
Orgoglio vichingo (quotidianità vichinga e fede)
Coraggio vichingo
(guerra e amore)
Cuore vichingo (navigazione e consapevolezza)

Mi sembra di averti detto tutto, quindi, alla prossima!

Immagini prese dal web.

3 Comments »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: