Vai al contenuto

Istantanea n.251-252-253

Carissimi history lovers, buon momento!

[251]

Senza comunicare ad alcuno le sue intenzioni, uscì da quella stanza e, silenziosa, si diresse all’esterno, dove la frescura del primo mattino la raggiunse facendola rabbrividire. Si era precipitata all’esterno senza l’abbigliamento adeguato e quella consapevolezza, le fece capire che con il sassone aveva perso la lucidità che da sempre l’aveva contraddistinta. Innervosita da quella costatazione, piroettò su se stessa e ritornò da dove era uscita.

[252]

La sera giunse come c’era da aspettarsi, in modo lento e atteso. La sacra Romana famiglia aveva organizzato una deliziosa cena per i suoi ospiti alla quale presenziavano solo i membri adulti. Alberto scorse subito l’arciduchessa Maria Cristina e non poté evitare al suo sguardo di correre da lei a ogni istante.

[253]

«Dovreste smetterla di guardarmi in quel modo, Alberto, non è educato, e il mio promesso potrebbe non gradire» sussurrò Maria Cristina con un velo di alterigia, che non si curò neanche di mascherare. Desiderava soltanto vederlo soffrire per l’affronto della sera precedente.
«Se vi dicessi che me lo rendete estremamente difficile, mi perdonereste?»
«No.»
«Siete determinata, questa sera» bisbigliò affinché solo lei lo udisse.
«Lo ero anche ieri, voi, invece…»

Alla prossima!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: