Vai al contenuto

La Scoperta dell’Australia

Carissimo/a history lover, buon momento!

In occasione del quattrocentoquattordicesimo anniversario del primo approdo europeo sulle coste australiane, ecco due righe a riguardo.

*****

Si parla sempre della scoperta dell’America e raramente di quella dell’Australia che, a conti fatti, fu ugualmente un bel cambiamento per le potenze europee. (come ogni nuovo territorio e colonia assoggettata, ma questa è un’altra storia)
Indi per cui…
Era il lontano 26 febbraio 1606 quando la nave Duyfken, capitanata dall’esploratore olandese Willem Janszoon, noto con l’abbreviazione Willem Jansz, attraccò sulle rive del fiume Pennefather nella costa orientale dell’attuale continente australiano.

Nello specifico, Willem Janszoon era un esploratore olandese membro della Compagnia Olandese delle Indie (una compagnia olandese dedita al commercio, che operò nelle proprie colonie in Asia dal 1602 al 1800).
Jansz, infatti, come da suo lavoro, il 18 novembre 1605 salpò da Bantam (Indonesia) alla volta della Nuova Guinea. (Territorio scoperto nella prima metà del XVI secolo dall’esploratore portoghese Jorge de Meneses e di scarso interesse per le altre popolazioni europee. I Paesi Bassi furono quelli che operarono maggiormente nel territorio) con ogni probabilità, l’esploratore sbagliò la rotta finendo sulla costa australiana.

Logisticamente, lo sbarco avvenne nella Penisola di York (ATTENZIONE: Il nome Penisola di York è POSTUMO, infatti, fu conferito dall’esploratore britannico James Cook nel 1770  in onore di Edoardo Augusto di Hannover duca di York.)

#Curiosità
Al momento dello sbarco 26 febbraio 1606, Jansz era convinto che si trattasse di una parte inesplorata della Nuova Guinea, tanto è vero, che proseguì l’esplorazione disegnando altri 320 km di costa come una sua estensione.

Successivamente, nel giugno dello stesso anno, ribattezzò la terra appena scoperta con il nome Nuova Zelanda in onore della provincia olandese della Zelanda. Il nome non ebbe successo, ma venne utilizzato in seguito dall’esploratore e cartografo Abel Janszoon Tasman
quando scoprì l’attuale Nuova Zelanda.

Abel Janszoon Tasman scoprì anche le isole della Tasmania.

Il territorio scoperto da Willelm Jansz fu chiamato Australia per la prima volta nell’opera A note of Australia of the Espiritu Santo, written by Master Hakluyt del 1625 e richiamava l’espressione latina utilizzata fino ad allora: terra australis incognita (terra meridionale sconosciuta).
Australis=meridionale

*****

Spero che l’articolo ti sia stato utile, se così fosse non dimenticare di lasciare una faccina nei commenti e di condividerlo con chi potrebbe trovarlo interessante.
Se hai altro da aggiungere, aggiungi e alla prossima!

4 Comments »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: