Vai al contenuto

Bragi, il dio della poesia, della musica e dell’arte scaldica

Carissimo/a history lover, buon momento!

Siamo giunti al trentesimo appuntamento con *Lo sapevi che – Vichinghi* 

Oggi torno a parlare della mitologia norrena, puntando tutta la mia attenzione sul dio BRAGI. Pronto/a? 

Bragi è il dio della poesia, della musica e dell’arte scaldica (lo scaldo era, in parole povere, il nome del poeta che lavorava presso le corti vichinghe), nonché divinità erudita, saggia e ispirata. (insomma, è la divinità perfetta per noi scrittori😊 )

Tutte queste qualità non lo resero popolare come gli altri, tuttavia, fu fonte di ispirazione e modello da seguire per molti artisti.

Nell’immaginario collettivo Bragi non esiste o esiste poco (non è molto raccontato dalle varie trasposizioni e quindi è poco conosciuto), ma da i dati in nostro possesso, pare che, secondo la mitologia norrena questo dio avesse capelli e barba lunghi e che possedesse dei simboli runici incisi sulla lingua.
Viene rappresentato sempre mentre suona l’arpa.

Immagine presa dal web. I diritti sono dell’autore.

#Curiosità
Bragi era figlio di Odino, dio degli dèi e della gigantessa Gunnlod.

Il ruolo di questo dio era quello di allietare gli dèi con la creazione delle sue poesie. Grazie alla sia dialettica in varie occasioni aveva il compito di fare da pacificatore nelle diatribe (non era un guerriero) e aiutava Odino ad accogliere nel Valhalla i guerrieri morti.

Essendo una divinità contro la guerra non aveva nemici significativi.

Era sposato con la bellissima Idunn, dèa della giovinezza, ed insieme vivevano ad Asgard.

Si racconta che durante il periodo vichingo ci siano stati molti poeti con il nome Bragi (proprio in onore del dio), e che il più noto fu Bragi Boddanson, il quale servì molti re vichinghi tra cui il famoso Ragnar Lodbrok.

Curiosando su questo dio è venuta fuori una curiosità curiosa. Alcuni scrittori medievali supposero che Bragi non fosse figlio di Odino, ma che in realtà fosse il noto Bragi Boddanson che, una volta morto, ascese al cielo per allietare Asgard.

Spero che l’articolo ti sia stato utile, se così fosse non dimenticare di lasciare una faccina nei commenti e di condividerlo con chi potrebbe trovarlo interessante.

Se vuoi scoprire altre curiosità vichinghe con un romanzo:
1.Orgoglio vichingo (quotidianità vichinga e fede)
2.Coraggio vichingo
 (guerra e amore)
3.Cuore vichingo (navigazione e consapevolezza)

Mi sembra di averti detto tutto, quindi, alla prossima!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: