Vai al contenuto

Istantanea n. 272-273-274

Buon pomeriggio e buona lettura!

[272]

Quando Chiara raggiunse il proprio sposo nella camera di lui, aveva lo sguardo spento e un’espressione assorta che non passò inosservata.
«Chiara, cosa è successo?» le domandò Francesco alzandosi dallo scrittorio per raggiungerla.
«Nulla», mentì, «sono solo un po’ stanca.»
«Non mentirmi, cosa è successo?» insisté scrutandole lo sguardo e notandole la tristezza non poté evitare di sentirsene mortificato. Mai e poi mai avrebbe voluto vederla infelice.

[273]

«Niente di particolare» rispose a occhi bassi. In quel momento non le riusciva neanche di sostenerne lo sguardo.
«Tuttavia qualcosa è successo, dimmi di che cosa si tratta?»
«Non è successo niente, Francesco, mi sono solo resa conto di quanto sia stata egoista nello sposarti», spiegò, «ti ho rovinato la vita senza pensarci e me ne dispiace.»

[274]

«Non essere sciocca», l’ammonì con un sorriso dolce, «ma se hai fatto di tutto per allontanarti da me, o lo hai dimenticato?»
Chiara abbassò lo sguardo, sentendosi ugualmente colpevole.
«Amore mio», continuò prendendole le mani con affetto, «sei la persona meno egoista che conosca e desidero che tu sappia, che non avrei potuto o voluto, vivere un solo altro istante lontano da te. E, per inciso, non ti avrei permesso di rifiutarmi come sposo» rise.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: