Vai al contenuto

Istantanea n.281-282-283

Carissimi history lovers, buona lettura!

[281]

La potenza del sentimento d’amore che legava la neo coppia era quasi tangibile, perché nonostante non lo mostrassero in pubblico, esso soffiava incontrastato tra gli ambienti del Palazzo Reale di Dresda, insinuandosi in ogni dove e avvolgendo i cuori anche più soli.

[282]

Tra i cuori più solitari e ammantati di malinconia c’era quello di Alberto Wettin. Da quando era rientrato da Vienna, infatti, l’uomo non faceva altro che oziare nelle proprie stanze perdendosi in letture di interesse o struggendosi dal dolore.

[283]

Il suo cuore, difatti, singhiozzava di sconforto per l’esito di quel viaggio che non gli aveva lasciato altro che amarezza. Un’afflizione simile al cordoglio che gli aveva tolto il sorriso e pareva dovesse durare per sempre.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: