Vai al contenuto

Medioevo: L’Inquisizione

Carissimo/a history lover, buon momento!

Eccoci al secondo appuntamento con *Lo sapevi che – Medioevo* 

*****

Come ho scritto la volta precedente e, come ben sapete, il Medioevo è inteso come il periodo storico che unisce l’antichità al rinnovamento rinascimentale.

«Il Medioevo viene spiegato come un periodo di luci e ombre. Luci, perché proprio in quel periodo ci furono delle interessanti invenzioni che diedero il via al Rinascimento e, in modo più chiaro, al miglioramento dello stile di vita, soprattutto dei lavoratori e dei lor Signori. (Occhiali da vista, aratro, mulino alimentato ad acqua ecc.) Ombre, perché nonostante ci fossero molte migliorie, l’ignoranza era una piaga che coglieva la maggior parte del popolo causando una miriade di altri problemi. (L’Inquisizione, le crociate, ecc.) La cultura era un lusso per pochi e, purtroppo, quei pochi non sempre erano meritevoli di lode. Oggi, come allora, l’ignoranza uccide ogni possibilità di migliorarsi e di migliorare la propria vita.»

Comunque, è proprio dalle sue ombre che il Medioevo trae parte della sua grande fama a livello collettivo, perché, da che mondo è mondo, in ogni questione all’occhio balzano sempre le cose negative, infatti, uno degli eventi più noti dell’epoca è indubbiamente l’Inquisizione.


«L’inquisizione medievale è uno dei periodi più bui conosciuti dal genere umano, che spesso viene comunemente detto come il periodo della “Caccia alle streghe”.

Esso si svolse in un arco di tempo abbastanza lungo ossia dalla fine del XII secolo alla prima metà del XVI secolo, subendo modifiche ma non riduzioni nella ferocia inquisitoria.

Ho notato che alcuni utilizzano il termine inquisizione in modo improprio (come sinonimo di torture) quindi, vorrei specificare che, in realtà, l’Inquisizione era il corpo investigativo nato per arginare la crescente eresia di quel periodo. In molti, infatti, contestavano il modo in cui la Chiesa seguiva i dettami di Dio e, per tale ragione, si univano a quei movimenti religiosi che erano più in linea con il proprio credo. Oggi un eretico è colui che nega l’esistenza di Dio o altre prerogative cristiane, all’epoca, invece, bastava semplicemente non essere cattolici. I catari, per esempio, credevano in Dio e nell’idea di povertà e uguaglianza (quindi forse più dei cattolici) tuttavia erano chiamati eretici.

Fondamentalmente (anche se è quasi una semplificazione), la Chiesa cattolica per non perdere i propri fedeli, i quali erano anche una fonte di guadagno, decisero di arginare l’allontanamento con un regime di terrore.

Il peggio, tuttavia, avvenne non con la nascita dell’inquisizione, ma quando fu introdotta la tortura corporale da Papa Innocenzo IV il 15 maggio 1252 con la Bolla Ad extirpanda.

Fu da quel momento che la vita di tutti, soprattutto le donne, divenne terribile.»

Il Medioevo in realtà conosce anche un altro tipo di inquisizione.

Quando si parla d’Inquisizione il primo pensiero va alla “caccia alle streghe”, in realtà, in Spagna, (Sotto il regno di Isabella e Ferdinando), esisteva “l’inquisizione spagnola”, nella quale gli inquisitori avevano una missione differente. Il loro scopo, infatti, era quello di scoprire e punire, coloro che fingevano di essersi convertiti al cattolicesimo cristiano. Vittime della persecuzione, infatti, non erano coloro che praticavano un’altra religione, ma erano gli ebrei e i mussulmani che si erano convertiti al cristianesimo e che erano ritenuti colpevole di falso cambiamento. Il più grande inquisitore spagnolo fu Tomás de Torquemada, noto anche come la Leggenda Nera.

Medioevo

#Curiosità
Solo Torquemada, in Spagna, aveva contribuito a 100.000 processi e 2.000 condanne a morte per falsa conversione. 

*****

Spero che l’articolo ti sia stato utile, se così fosse non dimenticare di lasciare una faccina nei commenti e di condividerlo con chi potrebbe trovarlo interessante.

Se hai altro da aggiungere lascia un commento, lo leggerò volentieri.
Alla prossima!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: