Vai al contenuto

Medioevo: La società e l’uomo

Carissimo/a history lover, buon momento!

Eccoci al quarto appuntamento con *Lo sapevi che – Medioevo* 

*****

«Come ho scritto le volte precedenti e, come ben sapete, ma che ripeto per i neofiti*, il Medioevo è inteso come il periodo storico che unisce l’antichità al rinnovamento rinascimentale e viene spiegato come un periodo di luci e ombre. Luci, perché proprio in quel periodo ci furono delle interessanti invenzioni che diedero il via al Rinascimento e, in modo più chiaro, al miglioramento dello stile di vita, soprattutto dei lavoratori e dei lor Signori. (Occhiali da vista, aratro, mulino alimentato ad acqua ecc.) Ombre, perché nonostante ci fossero molte migliorie, l’ignoranza era una piaga che coglieva la maggior parte del popolo causando una miriade di altri problemi. (L’Inquisizione, le crociate, ecc.)»

Tuttavia è, curiosità comune, avere un’idea di chi fossero gli uomini e le donne che vissero in tale periodo.

Indi per cui …

Oggi parliamo della società medievale e dell’uomo.


L’uomo medievale, studiato in prevalenza grazie ai racconti dei ceti dominanti è, nella memoria collettiva, il cavaliere, il crociato o il signore del castello che, dal suo rialzo, decideva le sorti di chiunque.

Per onor di cronaca, tengo a precisare che questo uomo, grazie al ruolo dell’evangelizzazione, aveva una visione dualistica del mondo: da un lato c’era Dio e dall’altro Satana, quindi, era necessario schierarsi. 

La società medievale era divisa in tre classi proprio come la Santa Trinità:
– In cima c’era la Chiesa, formata dagli oratores, intesi come coloro che pregavano e fungevano da collegamento tra gli uomini e Dio;

– Poco sotto c’erano i bellatores, i combattenti, ai quali spettava il compito di difendere la fede cristiana con la spada;

– In fondo alla piramide sociale c’erano i lavoratori o servi, che avevano il compito di sostenere le prime due con il sudore della fronte.

La divisione tra classi era una parte fondamentale e immutabile della società medievale.
Il vero potere non risiedeva solo nel denaro posseduto, ma anche e soprattutto dal ruolo che un uomo aveva.
Infatti, è bene specificare, che gli uomini che maneggiavano il denaro per lavoro come i mercanti e gli usurai (che avevano molto denaro) non erano ben visti dalla società.

#Curiosità
*Dal dizionario Hoepli 2018 Neofita:
1 ECCL Nell’antica Chiesa cristiana, il cristiano appena battezzato
|| estens. Chi ha abbracciato da poco una nuova religione
2 estens. Chi ha da poco abbracciato una nuova dottrina, un nuovo partito, o è da poco entrato a far parte di una società: lo zelo dei neofiti


La visione dualistica vigente durante l’epoca medievale è ciò che rese tanto potente la Chiesa e tanto terribile la lotta contro il Male.

*****

Spero che l’articolo ti sia stato utile, se così fosse non dimenticare di lasciare una faccina nei commenti e di condividerlo con chi potrebbe trovarlo interessante.

Se hai altro da aggiungere lascia un commento, lo leggerò volentieri.
Alla prossima!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: